Calciomercato Torino: Bava al lavoro, l'identikit dei giocatori osservati

Torino, chi sta cercando Bava? L’identikit dei calciatori osservati

di Francesco Vittonetto - 19 Aprile 2020

Calciomercato Torino / Bava è al lavoro per pianificare i prossimi arrivi: da Serie B e Sud America diversi profili. Giovani e da sgrezzare in A

Massimo Bava lavora per il Torino del futuro seguendo due direttrici: occasioni dalla Serie A e profili – meglio se giovani – attualmente in B o all’estero. Un teorema che si legge in controluce nel ventaglio di nomi monitorati dal ds granata in vista del prossimo calciomercato. Bonaventura, così, rientrerebbe nel primo gruppo: arriverebbe a zero, garantirebbe qualità pur a fronte di un discreto ingaggio. Ma è nel secondo che, attualmente, c’è più affollamento. Da Marchizza a Mogos, passando per Pobega, Amione, Girotti. Tre nomi dalla Serie B, due dall’Argentina. Quattro profili tutti Under 22, uno solo (il rumeno classe 1992) sopra quella soglia.

Bava, dossier dalla B e dall’estero per il Torino

In cadetteria, gli osservatori di Bava hanno prodotto diversi dossier. Da facili profeti affermiamo: uno dei prossimi acquisti del Toro arriverà dalla seconda serie italiana. Là dove, secondo il dirigente granata, è possibile pescare buoni profili a prezzi non esorbitanti. Da sgrezzare in Serie A, certo, ma non privi di un promettente futuro.

Lo stesso discorso, ma amplificato, è applicabile ai giocatori seguiti in Argentina. Per loro il percorso di inserimento sarebbe ancora più arduo, ma con un buon professore tutto è possibile.

L’identikit del ds e il ruolo di Longo

Qui entra in gioco Moreno Longo. L’allenatore attualmente in granata veleggia verso il prolungamento anche per la prossima stagione. E in carriera ha dimostrato di saper lavorare molto bene con i giovani, lanciati senza paura sui grandi palcoscenici. Parlano per lui i casi di Edera, ma anche di Pinamonti al Frosinone, Morra alla Pro Vercelli… e così via.

Insomma, con il tecnico torinese la dirigenza ha un incentivo sugli investimenti giovani. Certo è che questi non basteranno, se l’organico dovesse perdere alcuni dei suoi pezzi pregiati. Izzo e Nkoulou in primis.

Moreno Longo
Moreno Longo