Calciomercato Torino: da Boyé, Milinkovic e Damascan tesoro da 9 milioni

Boyé, Milinkovic e Damascan: per il Toro un tesoretto da 9 milioni

di Giulia Abbate - 2 Aprile 2020

Calciomercato Torino / Cairo spera nei riscatti di Boyé, Milinkovic e Damascan: l’addio a titolo definitivo porterebbe nelle casse granata circa 9 milioni

Boyé, Milinkovic-Savic e Damascan: queste sono le pedine che il Torino potrà sfruttare nelle prossima sessione di mercato per rimpolpare le casse granata. Ma quando? Con il calcio giocato fermo e con ancora nessuna certezza sulla ripresa del campionato, in forte dubbio restano anche le date che riguardano proprio il calciomercato ma questo non impedisce alle società di Serie A, e quindi anche al Torino, di cominciare a fare qualche conto. Soprattutto considerando il mercato in uscita ed è proprio da questo punto di vista che i tre giocatori tornano di particolare interesse. Dai rispettivi riscatti, infatti, la società del presidente Cairo potrà incassare un tesoretto di 9 milioni. Un bel gruzzolo da reinvestire successivamente nel mercato in entrata.

Boyé, il riscatto vale 4 milioni

La “fetta” maggiore della torta riscatti è certamente rappresentata da quello di Boyé. Il Reading, infatti, dopo aver strappato il prestito ai granata in estate, dovrà sborsare ben 4 milioni per riscattare l’attaccante che in questa stagione ha collezionato 22 presenze con 2 reti e 1 assist all’attivo.

Un bottino non ricchissimo ma che non sembra compromettere del tutto la sua permanenza nelle fila del club inglese. Se così non fosse, il Toro dovrà lavorare per piazzare nuovamente il giocatore che già in estate non era rientrato nei piani della società granata e dell’allora tecnico Mazzarri. Una situazione analoga a quella di Milinkovic Savic.

Toro, anche Milinkovic-Savic può partire a titolo definitivo

Come raccontato nella giornata di ieri, anche Milinkovic-Savic può diventare una risorsa importante per il Torino. Da un eventuale riscatto da parte dello Standard Liegi, infatti, i granata incasserebbero una cifra non distante da quella del riscatto di Boyé (3,5 milioni). La strada della sua permanenza in Belgio, però, risulta quanto meno difficile viste le dichiarazioni secondo cui la società belga non sarebbe intenzionata a percorrere la via del riscatto. Tuttavia, la cessione del portiere serbo a titolo definitivo è l’unica opzione sul taccuino di Massimo Bava che dovrà obbligatoriamente trovare un porto di approdo per il giocatore non solo per incassare ma anche per liberare un posto da extracomunitario.

Infine, il direttore sportivo del Torino dovrà risolvere anche il nodo Damascan. Situazione che sembra, al contrario, di più facile soluzione. Al Fortuna Sittard il giocatore si è ben distinto disputando 23 partite nelle quali ha messo a segno 8 reti e un assist. Un rendimento che potrebbe portarlo verso la permanenza tra le fila della società olandese: il suo eventuale riscatto porterebbe nelle casse del Torino 1,5 milioni di euro.

Lucas Boyé
Lucas Boyé

9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
vecchiamaniera
7 mesi fa

Il tesoretto andrebbe fatto con Izzo,Nkoulou,Meite,Aina,Giggi,Zaza,Baselli e se ci fossero richieste pure DeSi e Ansaldi.Il nuovo Toro fondato su Sirigu,Lyanco,Bremer,Rincon,Gallo oltre testare in preparazione estiva giovani come Edera,Millico,Fiordaliso,Adopo,Segre,Buongiorno,Kone e testerei pure Belkehir..

vecchiamaniera
vecchiamaniera
7 mesi fa

Articolo ottimista con condizionale d’obbligo.Boye nonostante2 centri e 1assist(almeno quelli..)a quella cifra vedo difficile un suo riscatto da parte del Reading.Damascan con 8 centri e un assist x 1,5 potrebbero riscattarlo.Savic praticamente mai utilizzato x 3,5 sarà rispedito al mittente.In sostanza,a mio parere,il “tesoretto”sarà a essere ottimisti il riscatto di… Leggi il resto »

mas63simo
mas63simo
7 mesi fa

Un tesoretto ? 🤣🤣🤣🤣😂🤣😂🤣😂🤣🤣 Al limite una elemosina !