Calciomercato Torino / “Ci sono tante squadre che ronzano attorno a Bremer”, dice Cairo: sono giorni di colloqui per decidere il futuro

I giorni sono quelli decisivi, perché né il Torino né Gleison Bremer hanno intenzione di tirare per le lunghe un addio che ormai è diventato inevitabile. E così, il calciatore e il suo entourage stanno infittendo in queste ore i colloqui sul futuro, anche approfittando del fatto che la stagione del difensore è terminata in anticipo a causa degli acciacchi alla caviglia. Non era a Verona e non ci sarà nemmeno contro la Roma, almeno non tra i convocati. Chissà che invece non spunti a bordocampo, a un certo punto, per prendersi gli applausi e i saluti dei tifosi granata. Dettagli, questi, sassolini sulla strada verso il bivio. Gleison e il Toro devono devono solo trovare il modo più conveniente per salutarsi.

L’Inter prova a giocare d’anticipo su Bremer

La squadra che prima di altre si è mossa, con convinzione, per arrivare a Bremer è l’Inter. I nerazzurri sarebbero una destinazione gradita al calciatore, ma devono ancora presentare al Torino l’offerta che permetta loro di valorizzare la pole position. Quando sabato si è diffusa la voce di un avvistamento del calciatore a Como, a colloquio con un immobiliarista – voce poi parzialmente smentita: l’entourage ha confermato alla Gazzetta dello Sport la presenza in Lombardia del calciatore, ma non per cercare casa -, tra i tifosi nerazzurri si è alzata la tensione. Non è fatta, al momento, ma certamente l’Inter ha costruito basi importanti per portare avanti la trattativa.

Cairo: “Ci sono tante squadre…”

Le altre piste sono ancora in piedi, però. E il presidente Cairo non disdegna lo scenario dell’asta per alzare il prezzo. Per questo, a Radio Deejay, ha glissato la domanda sulla valutazione, restando sul vago: “Ci sono tante squadre che ronzano attorno a Bremer”. Per usare le parole del ds Vagnati di qualche settimana fa “la valutazione? Dipende da quante squadre ci chiameranno”. In Francia, c’è chi dà per certo un imminente inserimento del PSG. E anche in Premier qualcosa potrebbe muoversi. Senza dimenticare le altre piste italiane. La sensazione, in ogni caso, è che l’intenzione delle parti sia quella di accelerare fin da ora: il Toro ha bisogno di finalizzare cessione per indirizzare il mercato.

Gleison Bremer
Gleison Bremer
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 16-05-2022


21 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tore110
tore110
1 mese fa

In questo momento tutte le energie del nostro più grande presidente di tutti i tempi sono concentrate sulla cessione di Bremer .
Tutto il resto è noia , compreso il riferimento ( l’ennesimo ) della squadra per il prossimo anno .

tore110
tore110
1 mese fa
Reply to  tore110

Riferimento =rifacimento

maximedv
maximedv
1 mese fa

Comunque i prestiti, insieme alle mazzette per i procuratori sono una delle piaghe che stanno contribuendo a distruggere il calcio. Perchè ci sono squadre “finte” basate solo su prestiti ( vedi la Cremonese in B e l’anno prossimo in A ) che da un anno all’altro, non avendo basi solide… Leggi il resto »

Dhrama
Dhrama
1 mese fa
Reply to  maximedv

Giusto, e questo è uno dei problemi del nostro intero sistema calcistico. E poi vuoi mettere la goduria che si provava quando segnava uno che veniva da Fila?

bombereleven
bombereleven
1 mese fa

Bremer sul piede di partenza,Brekalo non riscattato,blinderemo Zaza e Vania e troveremo un giardiniere in pensione per tagliare le erbacce al Robaldo,16 anni del presiniente hanno maturato questo quadretto…Unica consolazione vedere il genoa e i genoani in B, speriamo che ci marciscano per anni.

Dalla Germania: il Torino non riscatterà Brekalo

Brekalo, niente riscatto e tifosi scatenati sui social: “Resta con noi”