La trattativa tra Torino e Milan per Cutrone è per ora bloccata: i granata ci provano, ma i rossoneri vogliono mantenere il controllo totale del classe ’98: la sua partenza sarà solo se arriveranno due attaccanti

È stata, probabilmente, una delle più belle rivelazioni della non semplice stagione del Milan. Patrick Cutrone però piace molto al Torino, e non è la prima volta che il suo nome viene associato ai colori granata: già la scorsa estate, quando a poco a poco cominciava a farsi notare dall’allora allenatore Montella, il Toro fece un tentativo, poi frenato dal fatto che le mire dei granata si concentrarono principalmente su Niang, che Mihajlovic fortissimamente voleva per il 4-2-3-1 che aveva in mente. Ma il binomio Cutrone-Torino, di fatto, non si è mai del tutto scomposto. Anzi, è tornato in auge, con il Milan però poco propenso, a oggi, a lasciarlo partire per una formula che non sia quella del titolo temporaneo.

Calciomercato Cutrone, il Milan vuole tenere il cartellino: il Torino alla finestra

Il prestito proprio non piace al Torino, che negli ultimi anni ha alzato il target dei propri obiettivi nel calciomercato, andando spesso ad acqusitare l’intero cartellino o, eventualmente, muovendosi per un prestito con diritto di riscatto. Niente controriscatti o strani diritti di recompra, come avveniva in passato: cercando l’Europa League, il Toro ha comunque dovuto reinvestire una (piccola) parte del ricavato arrivato dalle cessioni, e con questa ha impostato in maniera diversa il proprio calciomercato. Ecco perché, per quanto giudicato un profilo interessante (10 gol in campionato, esattamente come Belotti, e 20 anni compiuti lo scorso 3 gennaio), per ora ogni discorso è bloccato: a meno che il Torino non arrivi con tanti soldi per acquistare un attaccante in un reparto finora piuttosto fornito.

Cutrone: il Milan chiede oltre 30 milioni per il cartellino

Quanti soldi ci vorrebbero per smuovere il Milan? Una cifra monstre, e non solo a giudizio del Torino. Per Cutrone potrebbero forse non essere nemmeno sufficienti 30 milioni di euro: un valore volutamente altissimo, proprio per tenere lontane le possibili interessate. Ma se il Milan dovesse investire, come sembra, su un attaccante, cosa accadrebbe? Gli spazi per l’ex Primavera rossonero sarebbero un pochino più ridotti: se volesse giocare con continuità, il Milan non avrebbe alcun problema a lasciarlo partire in prestito, o a titolo anche definitivo, ma con un diritto di riacquisto che, di fatto, andrebbe a sostituire il prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Insomma, in un modo o nell’altro, Cutrone lascerebbe il Milan ma resterebbe in orbita rossonera, cosa che al Torino non piace di certo. Per ora, la situazione è questa. Ma il calciomercato è davvero all’inizio. E di Cutrone-Torino, probabilmente, si sentirà ancora parlare.


19 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
offidagranata
offidagranata
3 anni fa

Mi sa che fra un Po ce li regalano sta SOLA…

toro 1968
toro 1968
3 anni fa

fantastico inventarsi trattative che non ci sono…Cutrone non è in vendita…facciamola finita di articoli acchiappa-click

GlennGould
GlennGould
3 anni fa

Il milan non gela il toro ma voi, gentile redazione, che fate il possibile per seminare zizzania fra i tifosi in nome dei click.

GranataDentro
GranataDentro
3 anni fa
Reply to  GlennGould

hessì! come quando si nomina sempre Maggio o Tonelli o un altro vecchietto di turno. Trattative che probabilmente piu che non essere mai partite, non sono state nemmeno pensate. Per Maggio poi era bastato che dicesse che Stima mazzarri e che si trova bene nei suoi schemi. Chje poi se… Leggi il resto »

Maggio: “Torino? Non ho parlato con nessuno. Il modulo di Mazzarri è perfetto per me”

Burdisso dà l’addio al Toro: “Onorato di aver vestito questa maglia”