Il Milan punta Ocampos, Evra pronto a lasciare la Juve, l’Atalanta blinda Kessiè, mentre Gabbiadini è sempre più vicino al Southampton

Poco meno di una settimana e il gong del 31 gennaio chiuderà la sessione di calciomercato. Si muove l’Atalanta, prossima avversaria del Toro, che blinda il richiestissimo Franck Kessiè. La Roma continua il pressing per assicurarselo se non già in questa finestra, almeno in quella estiva, quando la dirigenza bergamasca potrebbe aprire un’asta per il suo gioiellino. La Dea, intanto, è vicina a chiudere per il prestito di Cristante dal Benfica (ma nella prima parte di stagione a Pescara) e potrebbe cedere Carmona sul quale è molto forte il Genoa. Se l’affare andasse in porto potrebbero aprirsi le porte di una cessione per Grassi, direzione Empoli. I toscani seguono anche El Kaddouri, in uscita dal Napoli, ma devono battere la concorrenza del Bologna. Movimenti a centrocampo anche per l’Udinese che è vicina a chiudere per il prestito di Gnoukouri dall’Inter, allontanatosi dal Palermo dopo le dimissioni di Corini. Sul fronte Juventus è sempre più vicina la cessione di Evra: l’accelerazione decisiva arriva dalla Francia, con il Marsiglia balzato in pole position. L‘Inter intanto riflette sul futuro di Ranocchia: lo Zenit ha offerto otto milioni, ma il ragazzo non è convinto.

Specialista dei colpi sul filo di lana è certamente il Milan che, dopo aver ufficializzato il prestito secco di Gerard Deulofeu, prova a scaldare l’asse con il Genoa. Il nome in ballo è quello di Lucas Ocampos, il cui cartellino è di proprietà dell’Olympique Marsiglia. La trattativa potrebbe accendersi nei prossimi giorni. In uscita c’è Niang. Montella ha confermato la sicura partenza dell’esterno offensivo e la dirigenza ha provato ad inserirlo nella trattativa con i rossoblù, ma il classe ’94 non è convinto e aspetta la Premier League, con il Watford molto vicino all’accordo.

CAMPO, 18.12.16, Reggio nell'Emilia, Mapei Stadium, 17.a giornata di Serie A, SASSUOLO-INTER, nella foto: Gregoire Defrel
CAMPO, 18.12.16, Reggio nell’Emilia, Mapei Stadium, 17.a giornata di Serie A, SASSUOLO-INTER, nella foto: Gregoire Defrel

Potrebbe prendere vita anche il calciomercato degli attaccanti. La Roma insiste per Defrel: il Sassuolo continua ad alzare il muro, ma la sensazione è che la forte volontà del giocatore possa fare la differenza. In caso di cessione, i neroverdi potrebbero piombare su Alberto Paloschi, ai margini dell’Atalanta. Gabbiadini, intanto, è pronto a lasciare Napoli. Dopo la calma piatta delle passate settimane qualcosa sembra muoversi: il Southampton è pronto a dare la zampata finale per assicurarsi l’ex Samp. Proprio i blucerchiati hanno annunciato la rescissione consensuale con Antonio Cassano. Per il barese un futuro in Serie B o l’addio definitivo al calcio giocato.


34 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mauri
mauri(@mauri)
4 anni fa

El kaddouri è talmente forte che è stato messo fuori rosa dal Napoli e qua c’è chi ci sbava dietro. Questo fa capire quali siano le reali ambizioni di alcuni tifosi.

Gianluca
Gianluca(@gianluca)
4 anni fa
Reply to  mauri

Vero. ma visto che fuori rosa ci sono finiti (o comunque hanno deluso nelle squadre top in cui sono andati) anche Cerci, Immobile, Maksimovic, Ogbonna, D’Ambrosio e …udite udite … Darmian (sì, anche lui) …. mi viene da pensare che Ventura fosse un mostro di bravura. Altrimenti non mi spiego.… Leggi il resto »

mauri
mauri(@mauri)
4 anni fa
Reply to  Gianluca

Sinceramente il tuo mi sembra un ragionamento diciamo un po’ originale. Io sono un po’ antico penso che un giocatore vada giudicato per una serie di qualità tecniche, atletiche, mentali e anche e non da meno morali.

puliciclone
puliciclone(@puliciclone)
4 anni fa
Reply to  mauri

@mauri…che ci vuoi fare…Gianluca secondo me a un’idea del tutto distorta, però ogniuno di noi è libero di dire la sua. Io ricordo chiaramente come fosse ieri…le mega incazzature di quando el koudurri si assegnava dal gioco x interi tempi x poi fare 2 giocare (e a volte neanche quelle).… Leggi il resto »

puliciclone
puliciclone(@puliciclone)
4 anni fa

Un conto è avere in formazione Darmian e Glik (ma nn quello dell’ ultima stagione) ed un conto è avere quelli di adesso. E poi i due anni stupendi che dici tu sono merito principale di una coppia d’attacco che in 2 hanno fatto più di 40 gol.
F.V.C.G.

rimbaud
rimbaud(@rimbaud)
4 anni fa
Reply to  puliciclone

Dimentichi che Darmian e Glik sono quelli che sono perchè sono stati cresciuti, in attacco avevamo anche quagliarella amauri e martinez, non belotti e ljajic

Gianluca
Gianluca(@gianluca)
4 anni fa
Reply to  puliciclone

Un anno, Ma l’anno dopo eravamo più squadra. Abbiamo passato un turno di EL con Amauri e Martinez spesso titolari. Come dice sotto (ho sbagliato riga) Riguardati i gol di Immobile nell’anno del settimo posto e conta gli assist. Poi riguardati i gol dell’anno dopo, tutti, ma poi attribuisci più… Leggi il resto »

puliciclone
puliciclone(@puliciclone)
4 anni fa

Scusami è….fammi capire come faremmo ad avere più personalità a centrocampo con elkoudurri che avrà fatto si e no 4 partite decenti col Toro in nn so neanche quanti anni…ed in queste partite nn ha fatto certo il Mastino in mezzo al campo. Poi che Baselli sia stato sopravvalutato è… Leggi il resto »

Mihajlovic insiste e chiede rinforzi: summit di calciomercato in casa Torino

Calciomercato Torino: missione in Ecuador, occhi su Wallner e Valenzuela