Il calciomercato riempie le casse del Torino: oltre 40 milioni da poter reinvestire - Toro.it

Il calciomercato riempie le casse del Torino: oltre 40 milioni da poter reinvestire

di Valentino Della Casa - 2 Settembre 2017

Saldo all’attivo, il Torino ha mantenuto un saldo attivo simile a quelo dello scorso calciomercato: alzare l’asticella è possibile

Cresce il Torino, senza dubbio. Ed è doveroso sottolinearlo. La rosa a disposizione di Mihajlovic, quellla su cui l’allenatore ora potrà lavorare per tutta la stagione, sembra migliorata nei punti chiave. E, in generale, sembra globalmente meglio assortita, con più frecce nell’arco a disposizione dell’allenatore granata. Il tutto, in effetti, con uno sforzo praticamente minimo. Per lo meno, economicamente parlando. Già, perché se c’è una cosa che è emersa da questo calciomercato granata, è il valore del non partire da zero. Sia a livello metaforico, dal momento che buona parte, praticamente tutta anzi, della squadra è rimasta invariata; sia a livello decisamente più pratico, con quei 33 milioni di euro di partenza con i quali è stato molto più semplice gestire il mercato. E al netto di tutte le operazioni, in entrata come in uscita, il saldo è cresciuto ancora, in maniera decisamente considerevole.

33 milioni al 1 giugno, si ricordava, già considerando i soldi spesi per Lyanco, Milinkovic-Savic, e soprattutto il riscatto di Falque. A questi, tanti altri se ne sono aggiunti, alcuni subito, altri il prossimo anno. Poco cambia, perché di tutti i prestiti, solo quello di N’Koulou ha il diritto (e non l’obbligo) di riscatto, mentre per Sadiq l’eventuale controopzione a favore della Roma andrebbe eventualmente a rimipinguare ulteriormente le casse granata. Da Berenguer (5.5 milioni) a Rincon (9 milioni), da Ansaldi (4 milioni tra prestito e obbligo) a, ovviamente, Niang (quasi 17 milioni di euro più bonus), il Torino ha impegnato circa 36 milioni di euro; escludendo, appunto, i 3.5 milioni per il riscatto del difensore camerunense.

All’attivo, però, le entrate (sempre tenendo conto degli obblighi di riscatto) sono decisamente maggiori: 2.5 milioni per Rossettini, 1.4 per Silva, 1 per Tachtsidis, 1 per Gomis, 500mila per Chiosa, 10 per Benassi, e quasi 30 per Zappacosta, portano a 79.6 gli incassi, per un saldo finale di circa 42.5 milioni di euro. Di fatto, il saldo attivo è rimasto molto simile a quello con cui il Toro aveva concluso lo scorso calciomercato estivo: un fondo cassa davvero importante, con una rosa più forte, un monte ingaggi più alto ma facilmente ammortizzabile anche con tutti gli altri guadagni. Il patrimonio accumulato, quindi, verrà in parte intaccato per gl stipendi, certo, ma non del tutto. Soldi che restano, quindi, a disposizione del Toro, che difficilmente potrà esimersi da altri investimenti in futuro. Investimenti pesanti, sempre più pesanti anzi. Per un’Europa che con un minimo di esposizione economica in più, potrebbe diventare una realtà concreta. E il rischio, con una riserva di circa 40 milioni, sarà certamente più facile da affrontare.

262 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mick talbot
mick talbot
3 anni fa

Grazie, Pietro. Speravo si potesse imbastire non dico un dibattito, ma una dialettica: fa lo stesso. Se non ho capito male, ti risulterebbe un differenza in positivo di 30 ml circa. Immagino che i 30 siano crediti + liquidità. La domanda ( scusa se ti disturbo ancora ) che vorrei… Leggi il resto »

Pedric
Pietro (Giorgia2004)
3 anni fa
Reply to  mick talbot

Ciao Mick se avremo il piacere di vedere una partita del Toro insieme allo stadio forse abbozzerei una risposta , ma qui ti dico che non lo so e alla fine quello che a me preme è dire quanto segue: a fine 2016 non c’erano tesoretti bensì 11,5 mln di… Leggi il resto »

may
may
3 anni fa

Utile netto di 40 è un botto. Davvero la gazzetta la passiamo da rosa a granata cazzo!?

gix
gix
3 anni fa

grazie Pietro…vedremo

mick talbot
mick talbot
3 anni fa

Volentieri, Pietro, fammi sapere poi quando.

mick talbot
mick talbot
3 anni fa
Reply to  mick talbot

E grazie della risposta.

Samuele
Samuele
3 anni fa

Io sono molto soddisfatto del mercato. Quando vedo i voti dei giornali sportivi il Toro è sempre nelle prime posizioni e questo qualcosa dovrà significare. Nessuno fa notare che alla fine gli acquisti sono stati addirittura superiori ai 6 famosi richiesti dal mister. 🙂 C’è stato qualche errore ma assolutamente… Leggi il resto »

ExIgneFaxArdetNova
ExIgneFaxArdetNova
3 anni fa

Investire sulle strutture, questo il mio mantra. Spero si insinui nelle sinapsi del conducador e ‘illumini’ potenziali ritorni comm.li. Altrimenti se rimane in deposito patrimoniale, sarà intascato con la vendita. Pure questa ipotesi per me affascinante. Quanto sia realistica, who knows…