Toro, Laxalt nel mirino: c’è da vincere la concorrenza di Roma e Lazio

14
Laxalt
CAMPO, 30.12.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-GENOA, nella foto: Diego Laxalt, Iago Falque

Il Torino vuole arrivare a Laxalt ma nella corsa al giocatore la concorrenza aumenta. Perinetti: “La Roma ce l’ha in testa da gennaio. A noi l’ha chiesto la Lazio”

Non è più una novità che il Torino voglia arrivare a Diego Laxalt. Il giocatore con il Genoa ha disputato una stagione più che positiva  e rappresenterebbe il giusto rinforzo per Mazzarri e il suo Toro. Arrivare al giocatore, tuttavia, non sembra cosa semplice e non solo per le richieste del Genoa. Il giovane esterno sinistro classe ’93, infatti, è entrato nei desiderata anche di altre formazioni tra cui la Roma, che lo vedrebbe bene come vice-Kolarov, e la Lazio. A confermare il doppio interessamento delle romane sul giocatore, in particolare, è il direttore generale del Genoa, Perinetti che sulle colonne di vocegiallorossoa.it commenta così la situazione: “La Roma ce l’ha in testa da gennaio, so che piace a Di Francesco. A noi lo ha chiesto la Lazio, poi non so. Pellegrini come contropartita? Non ho mai sentito questa cosa. Per ora non c’è niente, siamo all’inizio. Ripeto, Laxalt è un giocatore che la Roma ci ha chiesto a gennaio e adesso la Lazio”.

Laxalt, giocatore perfetto per Mazzarri ma la trattativa è in salita

Come anticipato, l’arrivo di Mazzarri sulla panchina del Toro e il conseguente passaggio, graduale, al 3-5-2, stanno spingendo la Petrachi e la società granata a cercare le giuste pedine da regalare al nuovo tecnico in vista della prossima stagione. E una di queste è certamente Laxalt, profilo ritenuto perfetto per una formazione con la difesa a 3. Arrivare ad una fumata bianca, però, non sarà facile. Oltre alla concorrenza delle romane (e della Fiorentina) c’è anche il nodo ingaggio: il Genoa chiede una cifra che si aggira intorno ai 15 milioni di euro forti anche di un rinnovo che legherebbe il giocatore al Grifone fino al 2022. Insomma, la situazione economica e della concorrenza non rende il percorso privo di ostacoli ma il Torino non ha intenzione di mollare la presa.

Genoa, per Laxalt si ipotizzano contropartite tecniche: nel mirino potrebbe tornare Acquah

L’exploit del giocatore con la maglia del Genoa non poteva che spingere la società a valutare il giocatore su cifre molto alte. E se i 15 milioni di euro sembrano rappresentare un ostacolo nella trattativa del Torino per arrivare all’ingaggio di Laxalt, è altrettanto vero che il club di Prezioni non ha escluso di poter trattare includendo nella formula anche una o più contropartite tecniche. In quest’ottica, potrebbe tornare ad imbastirsi un’ipotetico discorso attorno ad Acquah, già cercato dal Genoa nel mercato di gennaio. Il centrocampista, come noto, in caso di addio al Torino vorrebbe accasarsi in Inghilterra ma se il Grifone dovesse tornare a sondare il terreno per arrivare al giocatore Petrachi e il Presidente Cairo avrebbero un motivo in più per sedersi al tavolo con Preziosi e il club ligure. Destini incrociati, dunque, che potrebbero sbloccare la trattativa per Laxalt: si discuterà a lungo ma il mercato solo all’inizio.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
Pedric
Utente
Pedric

L’unico modo che ha Laxalt di venire alleffeci è quello di arrivare in ambulanza alle visite mediiche

Giankjc (Gianky1969)
Utente
Giankjc (Gianky1969)

Questo è nel mirino. Non si accelera, non si rallenta.

Vanni(CairoDentroNoTarpoAliMaIncasso)
Utente
Vanni(CairoDentroNoTarpoAliMaIncasso)

Petracchio sta per entrare nella prossima squadra di tiro Olimpiadi……solo che lui si iscrive a quelle del 2020 e spara a quelle del 2024…sottigliezze.

Giankjc (Gianky1969)
Utente
Giankjc (Gianky1969)

Quando introduranno la versione notturna, della disciplina olimpionica, avrà grandi chance. A fari spenti non ha competitors.

Vanni(CairoDentroNoTarpoAliMaIncasso)
Utente
Vanni(CairoDentroNoTarpoAliMaIncasso)

Diciamo anche che con l’acquisto contemporaneo di Iago e Ljajic si è fatto un salto non al nostro livello.
Ora Cairo è tornato alle origini del suo fare.
Tranquilli, per quest’anno nessuno parlerà di Lig.