Torino: Zaza sì, ma prima le cessioni

37
Zaza Torino
during the International Friendly football match between Italy and Netherlands. The match ended in a 1-1 tie.

Calciomercato Torino / Il ds Gianluca Petrachi tiene vive la pista Simone Zaza, ma prima i granata devono sfoltire il reparto offensivo

Bisogna aspettare ancora qualche giorno prima di poter scoprire quando Torino e Milan si affronteranno in campionato, sul tavolo del calciomercato la sfida è invece già iniziata ed è per un solo giocatore: Simone Zaza. “Mazzarri vuole quattro attaccanti più un giovane” ha spiegato il ds Gianluca Petrachi, ribadendo un concetto già espresso dallo stesso allenatore nelle scorse settimane: al momento il pacchetto offensivo della squadra granata è composto da più di quattro calciatori (sono addirittura sette, senza considerare anche l’ex Primavera Karlo Butic), il futuro in granata di molti è però in forte dubbio e, se si libererà un posto, Zaza resta il candidato numero uno per completare il reparto.

Calciomercato Torino: almeno quattro attaccanti potrebbero partire

Tra i partenti certi ci sono Lucas Boyé e Vittorio Parigini, tra quelli probabili c’è M’Baye Niang (per cui si attende però l’offerta giusta). A questi potrebbe però aggiungersi anche Adem Ljajic che nelle scorse settimane aveva dichiarato di essere pronto a valutare qualunque offerta gli fosse arrivata. Se le cessioni di questi quattro giocatori dovessero effettivamente concretizzarsi, il Torino allora andrà alla caccia di un attaccante per completare un reparto che da affollato diventerebbe ridotto.

Zaza tra Torino e Milan: il suo futuro sarà in Italia

Per questo motivo il direttore sportivo Gianluca Petrachi e il presidente Urbano Cairo stanno continuando a tenere calda la pista Simone Zaza: battere la concorrenza del Milan non sarà facile ma neanche impossibile, considerando i problemi finanziari che il club rossonero sta avendo. Nel frattempo l’attaccante ex Sassuolo si prepara a partire per il ritiro con il Valencia, che inizierà lunedì 16 luglio, attendendo però novità sul futuro che, comunque, dovrebbe essere nuovamente in Italia dopo le parentesi in Inghilterra e in Spagna degli ultimi anni.

più nuovi più vecchi
Notificami
Vladi49
Utente
Vladi49

Sara anche un giocatore di……… bisogna ammettere che non molla un cm.

10genà
Utente
10genà

guardando la sua faccia da deretano mi viene sempre in mente la rincorsa per il rigore contro i crucchi…zio bono che giocatore di mer.da

tmatteo64
Utente
tmatteo64

A mio parere Zazza e Belotti possono coesistere e sono entrambi molto dinamici. Anche Immobile era supergobbo e pure reduce da una stagione in ombra. L’abbiamo accolto a braccia aperte e ci ha ripagato con ottime prestazioni. PS: non esistono più i giocatori bandiera. Prima ce ne si rende conto… Leggi il resto »