Niang, la cessione più spinosa: il Torino chiede 15 milioni

26
Niang Torino
CAMPO, 6.1.18, Torino, Stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-BOLOGNA, nella foto: M'Baye Niang segna gol 2-0

Niang-Torino da separati in casa: il giocatore vuole andare, il club lo vuole cedere, recuperando l’investimento. Ma il Nizza non va oltre i 10 milioni

Niang al centro del calciomercato: ora il Torino ha bisogno di sfoltire la rosa. L’ha dichiarato il ds Petrachi, ieri, ma era già un’informazione nota da diversi giorni. Prima di eventuali nuovi acquisti (si cercano sempre una mezzala e un esterno, oltre a un altro difensore centrale), sarà necessario cedere. E il primo pensiero va a Niang, vero flop del Torino della scorsa stagione. L’attaccante franco-senegalese, arrivato dopo un tiraemolla durato tutta un’estate, non ha convinto. Anzi, ha proprio deluso: poco feeling con la piazza, poche cose da raccontare. Ai Mondiali ha fatto qualcosa, ma non tanto da attirare su di sé la schiera di interessate. Anzi, come si raccontava settimane fa su Toro.it, la squadra che più di tutte si è fatta avanti è il Nizza, con molte cautele.

Calciomercato Torino, Niang: “Voglio la Francia”

E l’indiscrezione di Toro.it su Niang era stata confermata pochissimi giorni dopo dall’attaccante stesso: “Voglio tornare in Francia, mi sono trovato bene e mi piacerebbe tentare lì una nuova avventura” aveva dichiarato, terminata la sua esperienza con il Senegal in Russia. Un’apertura non da poco per una squadra che ha perso Balotelli e che ora, su suggerimento dello stesso suo procuratore, per quanto non ufficiale, cioè Raiola, starebbe pensando proprio a Niang per rinforzare la rosa. Ma il vero nodo non è tanto convincere il giocatore, quanto il Torino, che non vuole sentire ragioni: servono 15 milioni per acquistare la punta, cioè lo stesso identico investimento che ha arricchito le casse del Milan, la scorsa stagione.

Niang, Raiola parla col Nizza: offerta di 10 milioni

In rappresentanza (ribadiamo, ufficiosa) di Niang, Raiola ha parlato con il Nizza, e la proposta dei francesi è la seguente: prestito oneroso con diritto di riscatto per un ammontare complessivo di 10 milioni di euro. Una proposta interessante, ma non abbastanza per il Torino, che vuole qualche milione in più. La necessità però di cedere Niang è fondamentale: è un esubero, non rientra nei piani di Mazzarri, e rischia di essere una riserva decisamente di lusso, per gli elevati costi di ingaggio. Insomma, un caso spinoso vero e proprio. Ma un caso da trattare. Quello di Niang non è un momento facilissimo: tra la separazione recentissima con la compagna e madre della sua bambina e la situazione precaria in granata, l’attaccante si aspetta presto una svolta. Per dare il via a un nuovo capitolo di una carriera finora ampiamente al di sotto delle aspettative.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
tarzan_annoni
Utente
tarzan_annoni

Zaza mi provoca una sorta di fastidio nel solo pronunciare il suo nome. Ricordo che anche Pasquale Bruno mi fece lo stesso effetto per non dimenticare Ciro Immobile che in semifinale o finale di un torneo primavera, un derby, esultò in maniera estremamente provocatoria sotto i nostri tifosi. Ma in… Leggi il resto »

oroToro
Utente
oroToro

via via via, vendere subito. Dieci milioni? Aggiudicato. Tanto non trova chi offre di più e il prossimo anno sarà un miracolo venderlo a cinque.

Vladi49
Utente
Vladi49

Bisogna ringraziare ex genio o chi ha deciso di ingaggiare un incompetente