Calciomercato Torino: Zaza sì, ma solo se parte un big

57
Zaza

Il Torino ha già avviato i contatti per Simone Zaza ma i costi elevanti dell’operazione rendono più difficile il suo arrivo se Belotti dovesse rimanere o se Niang non dovesse essere ceduto alle cifre sperate

Un giocatore che possa giocare come punta centrale o anche al fianco di un secondo attaccante: è questo il profilo di calciatore che il Torino sta cercando in vista della prossima stagione. Un identikit che corrisponde alla perfezione al nome di Simone Zaza. La società granata, da alcune settimane, ha avviato i contatti con l’entourage del calciatore e con il Valencia, squadra che ne detiene il cartellino, per poter capire gli eventuali costi dell’operazione. Gli spagnoli un anno fa hanno versato 16 milioni di euro nelle casse della Juventus per acquistare a titolo definitivo l’attaccante e ora vorrebbero incassarne altrettanti da un’eventuale cessione: proprio il prezzo del cartellino ha finora frenato l’operazione tanto che una vera e propria trattativa non è ancora partita.

Simone Zaza: dal Valencia al Torino se parte un big

Se Andrea Belotti dovesse essere ceduto, il Torino romperà gli indugi e si fionderà proprio su Zaza per sostituirlo: in quel caso la società granata non avrebbe problemi nel reperire i 16 milioni di euro necessari per assicurarsi l’ex attaccante del Sassuolo. Se, al contrario, il Gallo dovesse rimanere in granata, l’eventuale arrivo di Zaza dipenderà da quanto il club del presidente Urbano Cairo riuscirà a incassare dalla cessione di uno dei suoi attaccanti. Come è noto, il principale candidato all’addio è M’Baye Niang: l’attaccante senegalese in questa stagione non è mai riuscito a convincere e non ha neppure creato un rapporto stretto con la tifoseria. Per acquistarlo a titolo definitivo dal Milan il Torino ha speso in totale 15 milioni di euro (3 per il prestito e 12 per il riscatto): i dirigenti granata dovranno ora trovare una squadra disposta a spenderne altrettanti.

Per Zaza sarà decisivo il Mondiale

Molto dipenderà dal Mondiale. Così come per gli altri calciatori impegnati in Russia, anche per Niang il prezzo potrebbe farlo proprio la Coppa del Mondo: se l’attaccante granata dovesse essere autore di una serie di buone prestazioni con il suo Senegal per il Torino sarebbe più facile venderlo a cifre importanti. In Russia scenderà in campo anche un altro calciatore del Torino che, pur non essendo sul mercato, potrebbe partire a fronte di un’offerta importante: Adem Ljajic. Se i dirigenti granata dovessero riuscire a piazzare almeno uno di questi colpi in uscita a cifre non inferiori ai 15 milioni di euro, allora quella trattativa per Zaza che per il momento è bloccata potrebbe effettivamente partire.

più nuovi più vecchi
Notificami
McKenzie
Utente
McKenzie

Che tristezza le notizie di mercato del Toro. Sembra che lo facciano apposta per farci incaxxare sempre di più

GranataDentro (Ma se io sono stipendiato da Cairo, i disfattisti sono a libro paga di Marotta?)
Ospite
GranataDentro (Ma se io sono stipendiato da Cairo, i disfattisti sono a libro paga di Marotta?)

Zaxa qui solo se non esiste!! Zaza no e basta.

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

dove sta zazà GABRIELLA FERRI, GRANDE SUCCESSO