La trattativa per l’esterno continua ancora: il calciomercato del Toro è pronto a decollare con il giallorosso, che aspetta il sì dal Sud America

Freme il Toro, freme la Roma, freme soprattutto Sinisa Mihajlovic, che si aspetta “il prima possibile” i rinforzi per poter tentare la scalata europea già in questa stagione. E c’è una trattativa che è davvero pronta a trovare la sua felice conclusione, se verranno colmate le ultime distanze. È quella, ormai nota, per Juan Manuel Iturbe, che a Roma non vuole più stare e che è pronto a sposare la causa granata con rinnovato entusiasmo. Certo, c’è sempre il Genoa a seguire, da vicino, il paraguaiano classe ’93, ma il Toro è da settimane in vantaggio, e i tentativi di Preziosi sono andati a vuoto, senza dimenticare il fatto che, ora, il Genoa abbia una fiche in meno da mettere sul piatto: quel Rincon passato ufficialmente alla Juventus, con non poca rabbia da parte dei giallorossi.

CAMPO, 17.12.16, Torino, Juventus Stadium, Serie A, JUVENTUS-ROMA, nella foto: Juan Iturbe
CAMPO, 17.12.16, Torino, Juventus Stadium, Serie A, JUVENTUS-ROMA, nella foto: Juan Iturbe

Proprio questo trasferimento ha influito, e non poco, nella corsa al giocatore, che ora è appunto sensibilmente più vicino al Toro. Mihajlovic ha chiesto l’esterno per migliorare la qualità del suo reparto offensivo, e l’esterno non vede l’ora di cominciare la sua nuova avventura (granata o meno): a 23 anni, l’ex Verona non ha più intenzione di restare a guardare, e vuole recuperare il tempo perso, rilanciandosi in una squadra pronta a dargli nuova fiducia. Ed è quello che il Toro ha già detto di volergli offrire.

La trattativa continua sui binari stabiliti da tempo: prestito con diritto di riscatto (da fissare a una cifra superiore ai 10 milioni, con la Roma consapevole di non riuscire a recuperare del tutto il pesante investimento di oltre 20 milioni di due anni fa) e ingaggio intorno al milione e mezzo di euro al giocatore. Non pochi soldi, certo, ma è la dimostrazione che i granata sul giocatore vogliono puntare davvero, per fare in modo che l’attacco possa avere ulteriori alternative di qualità, e essere sempre più competitivo. Ancora ieri, le parti si sono aggiornate: il Toro ha manifestato l’intenzione di voler chiudere nei primi giorni di gennaio, forte del gradimento del giocatore, che non vuole più perdere tempo e lavorare con la nuova squadra. La trattativa può presto arrivare a una fumata bianca, dopo le accelerate dei giorni scorsi. È questione di dettagli. Importanti, certo, ma dettagli. Questo matrimonio si può (probabilmente) fare.


114 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
deankeatonbig
deankeatonbig
5 anni fa

Penso che Sinisa sappia cosa serve al Toro per cambiare passo ma bisogna investire e far cacciare soldi a Cairo a gennaio è come chiedere a un politico di non rubare,purtroppo il mandrogno è il meglio che questa città può offrire,ricordatevi quando eravamo falliti a costo zero quanti si sono… Leggi il resto »

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
5 anni fa

Tranquilli è tutto un fuorviare le indagini. Il nostro presidente ha già le mani sui prossimi Baresi, Collovati, Tardelli e Oriali…..ha solo il dubbio dell’importo clausola rescissoria.

FVCG
FVCG
5 anni fa

vida E simunovic E un centrocampista tipo kucka E iturbe (che ci serve perchè non abbiamo attaccanti esterni di riserva a meno di adattare boyè)

Defrel, il Toro nel destino: trattativa serrata con la Roma per liberare Iturbe

Silva chiede la cessione: Betis Siviglia ma anche Pescara sul giocatore