Cutrone-Milan, l'agente apre alla cessione. Il Torino alla finestra

Cutrone, l’agente apre alla cessione: il Torino ci ripensa?

di Francesco Vittonetto - 26 Febbraio 2019

Calciomercato Torino / Con Piatek, spazi chiusi per Cutrone al Milan. L’agente: “Se resta? Vedremo…”. Il Torino ci provò in passato

Per un Piatek che esplode – sette reti in sei partite -, c’è un Cutrone che resta a guardare. Non è stato certo indolore l’impatto del polacco sugli equilibri dell’attacco del Milan, fino a metà stagione sorretto a tratti dall’altalenante Higuain e per il resto dal numero 63 classe ’98, autore fino a gennaio di 9 gol. Lo scenario ora è cambiato. Non ne ha fatto mistero l’agente del calciatore, Donato Orgnoni, che ai microfoni di Radio Marte non ha escluso la partenza del suo assistito: “Se Patrick resta a Milano? Vedremo…. Nessuna certezza. E allora la spia del calciomercato si è accesa, inevitabilmente. Anche al Torino, l’attaccante piace e non poco. Tanto che Petrachi e Cairo, in passato, avevano già tentato di portarlo in granata.

Milan-Cutrone, il Torino ci provò due volte sul mercato

Due volte, a dire il vero. La prima nell’estate 2017: Cutrone si stava preparando al grande salto dopo un’ottima stagione in Primavera e Montella, stupito dalle qualità del ragazzo, lo aveva fatto esordire nel finale di stagione. Il piano del Torino era quello di portarlo in granata in prestito, magari assicurandosi il diritto di riscatto. Poi non se ne fece nulla, alla fine, e lui iniziò a segnare nel calcio dei grandi proprio con la maglia rossonera.

Il tentativo numero due è più recente. Un anno dopo, altri colloqui con il Milan. Già a maggio 2018, però, le indicazioni furono molto chiare: Cutrone parte solo in prestito secco, altrimenti servono 30 milioni. Un aut aut che non piacque al presidente Cairo e allora il banco saltò ancor prima di mettersi a trattare.

Cutrone resta nei radar del Torino. E le parole dell’agente…

Ma Cutrone, anche adesso, resta nei radar del Torino, affascinato dalla possibilità di poter assicurarsi uno degli attaccanti più promettenti del panorama italiano. Le parole dell’agente hanno improvvisamente riacceso gli animi anche se, beninteso, di contatti non ce ne sono stati.

L’ipotesi però potrebbe tornare in auge di qui a qualche mese. Specie se Piatek continuerà a trascinare i rossoneri a suon di gol, scalzando Cutrone dal ruolo di enfant prodige di Casa Milan.

più nuovi più vecchi
Notificami
sterry
Utente
sterry

Chiederei un po piu di qualita nello scrivere gli articoli Il giornalista in questione parla di Cutrone al Toro? su che base? quale sarebbe la collocazione tattica? quale e’ il senso di Cutrone al Toro, avendo ora gia’ Zaza che fa la riserva di Belotti, Millico che fa la riserva… Leggi il resto »

TORO4ever
Utente
TORO4ever

Giusto per scommessa rinunciarei al Gallo e in attacco metterei Cutrone e Millico, due tarantolati. Poi, per la verità, non sono tipo da scommesse…

Cup
Utente
Cup

Cutrone.. per fare cosa? Con 30 milioni possiamo acquistare giocatori più utili al gioco ‘difensivo’ di Mazzarri, e lo dico seriamente. Ad esempio un bel centrocampista… Poco che segni, l’unico attaccante che fa al caso di testa di ghisa è proprio Belotti!