Calciomercato Torino: Damascan può essere ceduto in prestito

Damascan è ancora un oggetto misterioso: si valuta il prestito

di Giulia Abbate - 16 Gennaio 2019

Calciomercato Torino / Solo tre presenze con la Primavera e zero minuti in serie A in questa prima parte di stagione per Damascan

Acquistato un anno fa nella sessione invernale di calciomercato, Vitalie Damascan, ha dovuto aspettare mesi per poter vedere ufficializzato il suo approdo al Torino. L’iter per l’ottenimento del passaporto comunitario, ha costretto la società granata a rimandare il tesseramento dell’attaccante: un’attesa lunghissima quella del giocatore che finalmente, nel luglio scorso, ha potuto realizzare quello che lui stesso ha definito: “un sogno”. L’avventura al Torino, tuttavia, non sembra essere mai davvero cominciata: il giovane attaccante ha potuto sì iniziare a lavorare con Mazzarri ma i frutti di questo lavoro continuano ad essere ben lontani dal venir raccolti. E i numeri, in questo senso, parlano chiaro.

Damascan: nel Torino di Mazzarri solo panchine

Zero minuti con la Prima squadre e appena tre presenze con la Primavera: questo il bottino di Damascan da quando ha potuto vestire la maglia granata. Se è vero che, come aveva dichiarato il presidente Cairo nel giorno della firma del contratto, il giocatore è arrivato “al Toro per affinare il suo bagaglio personale e acquisire nuove conoscenze tecnico-tattiche“, è altrettanto vero che arrivati a metà stagione era lecito aspettarsi qualcosa in più dall’attaccante moldavo.

Quello 0 nella casellina presenze in Serie A suona come una bocciatura che non sembra trovare spazio per molte repliche. E allora, perché non optare per un prestito a gennaio dando così modo a Damascan di potersi davvero misurare con il calcio italiano? Un’ipotesi questa che i dirigenti granata stanno ora valutando, così come l’entourage dello stesso calciatore.

Damascan: il Torino non lo vede la Nazionale lo coccola

Se in granata Damascan sta ancora cercando di capire quali siano e intenzioni della società nei sui confronti, fuori da Torino c’è che il giocatore se lo coccola e non poco. Si tratta della Nazionale della Moldavia che ha puntato proprio sull’attaccante granata per gli impegni in Nations League. Convocazioni ripagate da prestazioni genericamente buone nelle quali si è speso fatto vedere dalle parti dei portieri avversari creando non pochi problemi e siglando anche il gol vittoria nella sfida conto il San Marino. Insomma, bocciato a Torino, promosso a pieni voti in patria: un altro paradosso per Damascan che continua a lavorare nella speranza che anche in granata arrivi l’occasione giusta.

24 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Pedric
Pedric
1 anno fa

scusate ma non ce ne erano 5 di B su di lui?

ale_maroon79
ale_maroon79
1 anno fa

Mettendo da parte l’ironia, proviamo a ragionare dal punto di vista di un possibile DS di Serie B o di Lega Pro che bussa alla porta di Petrachi per ottenere il giocatore in prestito: il ragazzo ha 0 presenze nei campionati professionistici italiani, solo 3 presenze in Primavera (183 min.… Leggi il resto »

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
1 anno fa
Reply to  ale_maroon79

A Rho c’è una possibilità. La lingua la sanno usare.
Senza ironia alcuna.

Pedric
Pedric
1 anno fa

Sono stato attaccato da qualcuno qui su questo tema. Penso si tratti di un tifoso del toro che si merita Cairo.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
1 anno fa
Reply to  Pedric

Eh gia! I famosi sassolini….
Comunque non è che se lo merita, gli piace proprio.
La sindrome di Stoccolma.