Falque, carica da rinnovo: il Torino lo blinda, lui scalpita per tornare

4
Falque
Iago Falque of Torino FC celebrates after scoring a goal (goal was canceled) during the Serie A football match between Torino FC and AS Roma.

“Il rinnovo di contratto col Torino è vicino” annuncia Iago Falque: Cairo e Petrachi blindano lo spagnolo, Mazzarri lo ritrova più carico che mai

Tutto in un amen: gioco di gambe, dribbling rapido e mancino potente sotto l’incrocio. Iago Falque aveva voglia di spaccare la porta, nell’allenamento di martedì al Filadelfia. Se i muscoli hanno ancora bisogno di essere ben rodati dopo lo stop per infortunio che lo ha tenuto fuori per due partite (Napoli e Atalanta), la grinta e la qualità sono quelle consuete. Quelle capaci di attirare gli applausi dei tifosi. Per lo spagnolo sarà una sosta importante: l’obiettivo è tornare a conquistarsi una maglia da titolare. Mazzarri infatti, dopo avergli concesso 10′ contro il Chievo, lo ha lasciato in panchina contro il Frosinone. O meglio, WM lo avrebbe pure inserito, ma il gol del 3-2 di Berenguer ha scombinato i piani.

Falque, il Torino blinda un investimento importante

Falque lavorerà in queste due settimane per mettersi in pari con i compagni. E i segnali di ieri l’altro sono certamente incoraggianti. Tanto più che proprio dopo la seduta al Filadelfia è arrivata la notizia più attesa: “Il rinnovo del mio contratto con il Torino è vicino: qui sto benissimo”, ha dichiarato a Sky Sport. Un’iniezione di fiducia, per lui e per tutto il Toro che blinderà così uno dei suoi gioielli più splendenti, acquistato due stagioni or sono per una cifra importante – quasi 8 milioni di euro – tra prestito oneroso e diritto di riscatto. Il nuovo accordo, per il quale si attende solo più l’annuncio ufficiale, scadrà nel giugno 2022 e consentirà allo spagnolo un leggero aumento di stipendio che arriverà a toccare le cifre top del monte ingaggi granata.

Torino, Falque è una colonna: e che numeri in granata

Che il rinnovo fosse poco più di una formalità era ormai lampante. Sentire la conferma dalla viva voce di Falque era il suggello che ancora mancava. Gli spifferi del calciomercato sono ormai lontani. Cairo lo aveva blindato già sul finire di agosto, quando la sfuriata dello spagnolo nel post Torino-Roma (“Merito più rispetto”) aveva messo in allarme l’ambiente granata: “E’ una nostra colonna, per lui abbiamo detto di no ad offerte importanti”. E colonna rimarrà ancora a lungo. D’altronde l’ex Genoa ha trovato un’isola felice sotto la Mole: 26 gol e 21 assist in 81 presenze tra Serie A e Coppa Italia. Numeri da urlo. Ora che il matrimonio è stato prolungato e l’infortunio è alle spalle, a Falque non resta davvero che tornare a spaccare la porta.

 

più nuovi più vecchi
Notificami
mas63simo
Utente
mas63simo

Per quest’anno e siamo già all ottava ha fatto solo la differenza con le parole , con la frase dopo la Roma, quindi vorrei vedere più fatti gia da Bologna.

SanToro
Utente
SanToro

Non sono molto d’accordo, a mio parere la differenza nel calcio non la si fa solo con i gol o con gli assist… Io credo che nelle partite in cui è stato in campo la differenza l’ha fatta (a momenti alterni) rendendo fluido il gioco e creando qualche occasione, non… Leggi il resto »

GranataDentro
Utente
GranataDentro

anche io come santoro non sono molto d’accordo. Facciamo prima a contare le partite sbagliate da Iago che quelle fatte bene. Non c’è paragone. ha una costanza di rendimento che se ce l’avessero anche gli altri big! E anche con il Chievo in 20 minuti o meno, ha fatto vedere… Leggi il resto »

mas63simo
Utente
mas63simo

Io ho parlato di fatti , voi solo di nuovo parole. Le sensazioni non fanno punti e classifica, gol e assist si. E poi si è fatta una scelta tra i due e quindi e ora che cominci a essere pagata altrimenti vuol dire che si è fatta quella sbagliata.… Leggi il resto »