Al momento, Izzo è in ritardo: parte fuori in Torino-Atalanta, poi entra e sbaglia. Nel progetto Juric non è inamovibile

Erano da poco passate le 22.30, quando la giornata di Armando Izzo – che già era iniziata male – subiva uno strattone di quelli che, quando ti arrivano, vuoi solo addormentarti e sperare che il sole, domani, allontani le nuvole. E’ il minuto novantatré di Torino-Atalanta, il risultato è di 1-1. La palla è in volo, lui si sistema dietro a Pasalic, che è di spalle e dovrebbe poter fare poco: invece il numero 88 fa un mezzo giro e in caduta riesce a far filtrare il pallone per Piccoli, che realizza a pochi metri dalla porta. Sconfitta ed errore decisivo (in compartecipazione con Djidji e Rodriguez), ovvero il modo peggiore di avvicinarsi alla notte di una giornata iniziata male. Che aveva dimostrato, una volta di più. che in questo Toro non è inamovibile. Col mercato ancora aperto è un segnale da cerchiare in rosso.

Per Izzo seconda esclusione consecutiva dai titolari

Ore 19.45. A un’ora dal calcio d’inizio di Torino-Atalanta, arrivava l’ufficialità dell’undici che sarebbe sceso in campo di lì a poco: Izzo fuori, di nuovo, dopo che già Juric lo aveva escluso dalla partita di Coppa Italia contro la Cremonese salvo poi inserirlo nel secondo tempo supplementare. Rileggiamole adesso, le parole del tecnico croato prima della partita contro la Dea: “Izzo ha avuto solo un po’ di fastidi che sono normali in questo periodo. L’altro giorno si è allenato al completo e può giocare novanta minuti contro l’Atalanta”. Poteva farlo e non lo ha fatto, è entrato solo nel secondo tempo dopo l’infortunio occorso a Bremer.

Dal Torino segnali di mercato

L’ennesimo indizio di quanto si scrive da settimane: ora non è un titolare fisso. Anche per questo il Torino sta riflettendo sull’opportunità di cederlo in questi ultimi giorni di calciomercato. Non è detto che accada, sia chiaro, ma la possibilità si è già creata parlando con il Cagliari di Walukiewicz (anche se lo scambio per ora non si è sbloccato). Che parta o che resti, in ogni caso, Izzo è uscito ridimensionato dall’estate e da due stagioni non all’altezza.

Armando Izzo of Torino FC eyes the ball during the Coppa Italia football match between Torino FC and US Cremonese.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-08-2021


16 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thethaiman
thethaiman
1 mese fa

Quando Mahele crossa siamo in inferiorità 4 contro 2, Izzo è al pascolo, rimangono Rodriguez e Djidij, lo svizzero di testa l’allunga dove c’è Pessina e Izzo in ritardo che prova a recuperare ma non può intervenire di testa, perché appunto è in ritardo, e il pallone spiovente che sarebbe… Leggi il resto »

mas63simo
mas63simo
1 mese fa

“Che parta o che resti, in ogni caso, Izzo è uscito ridimensionato dall’estate e da due stagioni non all’altezza.” A France…… invece Djj Djj è uscito da due stagioni sfavillanti! 😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

salacercipersempre
salacercipersempre
1 mese fa

Ma quali errori di Izzo? I mancanti interventi decisivi sull uomo ieri sono stati come al solito di Rodrigo e Djdij. Due rimba bardipi in difesa. Izzo c entra assai poco ieri e comunque le sue prestazioni qua do in forma gli altri due se le sognano.

tore110
tore110
30 giorni fa

Izzo super in ritardo e poco reattivo sul goal

Juric, altre frecciate a Cairo e Vagnati: questo Torino è incompleto

Lukic non convince, si accelera per Pobega