Calciomercato Torino / Il brasiliano saluterà il Cagliari: granata in pressing, ma attenzione alla concorrenza in Serie A

Ogni tanto ritorna, ma questa volta il tormentone appare più serio del previsto. È da circa due anni che il nome di Joao Pedro viene accostato al Torino e al lavoro del dt Davide Vagnati. La troppa distanza tra offerta dei granata e richieste del Cagliari, aveva fatto naufragare qualsiasi possibilità di trattativa. Ad oggi le condizioni per far sì che tutto possa andare in porto migliorano di giorno in giorno. Due settimane fa un primo indizio lo ha fornito il campo con la retrocessione in Serie B dei sardi. L’italo-brasiliano non sembra essere disposto a sacrificare le proprie ambizioni personali per la causa cagliaritana. Vuole restare in Serie A e anche percepire un ingaggio da massima serie. I rossoblù, come avviene in ogni caso di declassamento, dovranno fare i conti con un’opera di ridimensionamento non da poco. Impossibile dunque possano arrivare a un accordo sul rinnovo del contratto. Dalla parte del Toro c’è anche infatti la scadenza del contratto che lega Joao Pedro al Cagliari fino a giugno 2023.

Joao Pedro: un profilo perfetto per continuità

Il direttore sportivo del Cagliari Stefano Capozucca ha fatto sapere però che il Toro non corre da solo in questa maratona. Sarebbe piuttosto strano il contrario. Negli ultimi tre campionati disputati in Serie A ha trovato la via del gol 47 volte in 110 partite. Un profilo dunque tutt’altro che discontinuo, così come relativamente al discorso presenze. Negli stessi anni presi a rapporto è rimasto fuori soltanto in 4 occasioni, 2 per squalifica, una per scelta tecnica e quella restante per fastidio muscolare.

I numeri parlano di un vero e proprio affare, nonostante in questa stagione ci aspettasse qualcosa in più (non solo da lui) al giro di boa di una stagione conclusa con 13 gol, ma anche con una retrocessione. Fattori che il Torino visiona in attesa della risposte sulla questione Andrea Belotti e in merito al riscatto di Dennis Praet dal Leicester. Attenzione a non cincischiare più di tanto. Le altre di Serie A sono in pressing. In primis la Fiorentina (ma ci pensa anche il Bologna), che dalla sua può sfoggiare la possibilità di giocare le coppe europee.

Joao Pedro e Koffi Djidji
Joao Pedro e Koffi Djidji
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 05-06-2022


Linetty, la Sampdoria può riprovarci. E quel ristorante aperto a Recco…

Bremer, Cairo non abbassa il prezzo. E all’Inter serve una cessione