Al termine della sfida contro l’Udinese Ivan Juric ha parlato anche di mercato in uscita, invitando chi è scontento ad andare via

Ancora una volta, con la possibilità di fare grossi passi in avanti in classifica considerando i risultati delle dirette avversarie, il Torino ha fallito, o quasi. I granata non hanno approfittato dei passi falsi di Monza, Atalanta e Napoli, rimanendo ingarbugliato al 10° posto a -3 dal 7° occupato dai campioni in carica. Una partita che ha visto i ragazzi di Juric non giocare al meglio delle proprie possibilità, e che ha quindi lasciato qualche rammarico. Lo stesso allenatore ha espresso la propria insoddisfazione nel post partita, dichiarando come quando si gioca in questo modo e non si vince si perde una ghiotta occasione. Tanti i temi toccati dall’allenatore al termine dei 90 minuti, tra cui quello inerente al mercato, il cui avvio è ormai imminente. Juric ha espressamente affermato: “Mercato? Ci pensa Davide che è molto attento, io penso ad allenare. Poi se qualcuno è scontento e vuole giocare di più allora bisognerà fare dei ragionamenti“.

Scontenti chi?

Dalle parole del tecnico si evince che qualcosa nell’ultimo periodo sia cambiato anche a livello umorale all’interno dello spogliatoio. Il cambio di modulo, coinciso con il miglioramento dei risultati, ha portato alcuni giocatori a vedere il campo con il contagocce, e a fare quindi delle valutazioni sul futuro. Tra questi, per citarne due, sicuramente si possono fare i nomi di Seck e Karamoh. Il passaggio al 3-5-2, infatti, ha “eliminato” i trequartisti dal sistema di gioco, relegandoli alla panchina. Le ambizioni dei giocatori sono chiare: giocare il più possibile. Anche per questo motivo, quindi, le parole del tecnico possono già indirizzare a quelli che saranno i movimenti in uscita nella sessione di gennaio.

Calciomercato Torino: il caso Radonjic

E poi c’è il caso Radonjic, che ha vissuto un inizio di stagione tra alti e bassi, che contro l’Udinese si è rivisto in campo nel finale dopo il caso che lo aveva coinvolto e che con il passaggio al nuovo modulo ha giocato meno. L’obiettivo è però quello di riuscire a recuperare il giocatore ma, se anche lui chiederà la cessione, verrà accontentato.

Demba Seck
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 27-12-2023


47 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Lancioni
Lancioni
2 mesi fa

Tutto bene, ma quand’è che anche Juric leva il disturbo??

Andreas
2 mesi fa

Seck può andare in B. Rado è da recuperare. Karamoh non capisco come si possa dire che ha fallito. L’anno scorso che ha fatto qualche minuto in più del quasi niente ha fatto 3 gol (mi pare) ed aiutato la squadra con pericolosità e sgroppate veloci. Chiaro che il suo… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
Reply to  Andreas

molto d’accordo

Steppenwolf
Steppenwolf
2 mesi fa
Reply to  Andreas

Da assoluto incompetente anch’io apprezzo Karamoh. Intanto, giocando da subentrato gli ultimi 15-20 minuti ha sempre fatto vedere di impegnarsi al massimo per giocarsi la chance che gli veniva data. E poi, come dici tu, ha caratteristiche complementari a Zapata e Sanabria: è più veloce di loro e sa scartare… Leggi il resto »

Rogozin
Rogozin
2 mesi fa

Scontento seck? Io, mettendomi nei panni della società, sarei più propenso a chiedere spiegazioni a lui ed al suo procuratore che a darne: piace a nessuno buttare soldi.

Last edited 2 mesi fa by Rogozin

Cairo-Juric, non solo mercato: sul tavolo anche il rinnovo

Seck, senza Coppa d’Africa cessione meno complicata: un assist per il Toro