Calciomercato Torino / E’ stato in Argentina per cercare rinforzi, ora Vagnati non deve scontentare nessuno: né Cairo né Juric

Durante la sosta per le Nazionali, Davide Vagnati ha cercato in Argentina le risposte al suo dilemma. Come si rinforza questo Torino? Con Francisco Ortega, classe ’99 del Velez, che il ds ha visionato di persona? Domande su domande. L’uomo mercato di Urbano Cairo non sta vivendo mesi facili. In estate, è finito nel mirino di Juric assieme al suo presidente per i mancati acquisti – poi arrivati con un colpo di coda comunque notevole -, ora si sta preparando a gennaio, ma ha già subito le pressioni dell’allenatore che vuole sfoltire la rosa e poi rimpolparla aggiungendo qualità.

Juric vuole contare nelle scelte

E’ vietato sbagliare, nel prossimo mercato. Vagnati lo sa. Anche perché ci sono in gioco gli equilibri di una società che, dal giugno scorso, ha un allenatore che vuole pesare – e non poco – sulle scelte strategiche. Juric ha una personalità da manager, Cairo e Vagnati se ne sono accorti. “Mi auguro che la mia parola sia ascoltata”, ha detto qualche settimana fa il tecnico, “ho già accettato cose che non avrei dovuto accettare, devo essere più convincente”.

Le prove di Vagnati: tra cessioni e rinnovi

Il dirigente si ritrova quindi tra due fuochi. Da un lato c’è Cairo, che gli chiede di vendere gli esuberi ma di farlo bene. Dall’altro c’è Juric, che vuole avere voce in capitolo sulle scelte di mercato. Vagnati ha di fronte sfide ardue, compresa la partita dei rinnovi (quelli di Bremer e Singo, più che Belotti). Per non uscirne ridimensionato, il ds dovrà cercare di non scontentare nessuno, né il patron né l’allenatore.

Davide Vagnati
Davide Vagnati
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 20-11-2021


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
8 giorni fa

Da quanto ci è dato sapere, Cairo controlla ogni minimo movimento di cassa del Torino FC, e di conseguenza il potere conferito a Vagnati di poter agire autonomamente sul Mercato, e’ …. fantascienza. Ne deriva automaticamente che la responsabilita’ di funzione , diventa subordinata totalmente alle decisioni del presidente/proprietario. Com’e’… Leggi il resto »

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
8 giorni fa

…. e che piace a tutti…

toro e basta
toro e basta
8 giorni fa

Ma quale squadra di calcio in Italia lascia pieni poteri di spesa e decisionali?
Fammi un esempio
Un’altra cosa è scrivere che Vagnati NON HA FONDI da spendere e ha fatto miracoli, ma questo l’ho scritto io.

toro e basta
toro e basta
8 giorni fa
Reply to  toro e basta

Forse un esempio di impresa il cui direttore spende senza controllo l’ho trovata, purtroppo non è in ambito calcistico, ma vabbè almeno così ti do ragione ….
ALITALIA

thethaiman
thethaiman
8 giorni fa

Ho letto che Cairo pretende che Vagnati venda 6 catorci per poi fare mercato. Questo è fuori di cotenna, Zaza, Verdi, Rincon sono merd_cce che manco se li regali, al massimo se paghi due terzi dell’ingaggio forse forse. Vagnati non sarà un fulmine di guerra ma pretendere l’impossibile…..

ardi06
ardi06
8 giorni fa

Certo che se cairo vuole pure guadagnarci sui diversamente utili, di cui due pure in scadenza, e poi pretendere oltre a questo di prendere giocatori validi con zero euro o col ricavato di questi, non serve vagnati serve un miracolato

Bremer e il rischio della svalutazione: ecco perché il Toro deve accelerare sul rinnovo

Miranchuk, l’agente in Italia: Torino alla finestra