Calciomercato Torino, la sentenza Uefa complica Pereyra

La (non) sentenza Uefa può allontanare Pereyra dal Torino

di Andrea Flora - 8 Giugno 2019

Calciomercato Torino / La sospensione del giudizio sul Milan da parte dell’UEFA può rendere difficoltosa la strada che porta a Pereyra

La sentenza dell’UEFA, che ha deciso di “non decidere” sul caso-Milan, stravolge i piani di mercato del Torino di Urbano Cairo. Il non essere certi di essere ripescati per giocare la prossima Europa League rischia di ridimensionare notevolmente le possibilità che i granata hanno di convincere determinati giocatori a scegliere di venire al Toro, piuttosto che in un altro club. Su tutti, il più desiderato anche da Walter Mazzarri, c’è Roberto Pereyra; già allenato al Watford e conoscenza del calcio italiano avendo giocato in Serie A con le maglia di Udinese e Juventus. Già l’anno scorso il Torino fece un tentativo per portare in granata l’argentino, ma dopo un corteggiamento molto lungo Cairo e Mazzarri furono costretti a volgere lo sguardo altrove

Torino, l’Europa League come arma in più sul mercato

Già prima del caso-Milan, il Torino si era rassegnato a non poter disputare la prossima Europa League visto il piazzamento in classifica e soprattutto, vista la vittoria della Coppa Italia da parte della Lazio di Simone Inzaghi, e quindi già sicura di avere un posto ai gironi. Alla fine del campionato poi il colpo di scena con il caso-Milan e l’ipotesi ripescaggio come nel 2014.

La sentenza dell’UEFA però può trasformarsi in una beffa per il Torino che rischia, per i tempi troppo lunghi della giustizia sportiva, di non riuscire a fare in tempo ad essere ripescata. Solo nelle prossime settimane si saprà qualcosa in più sulla questione europea per i granata e soprattutto sugli sviluppi di un mercato a cui va ancora data un impostazione per gli obiettivi del prossimo anno.

Torino, Pereyra: stagione super in Premier League

Potrebbe essere il “regalo” giusto per Walter Mazzarri da parte del Torino per il prossimo campionato di Serie A. Roberto Pereyra, classe 1991 detto “El Tacumano”, trova in Mazzarri il suo più grande estimatore, ma la stima al giorno d’oggi non basta a far trasferire i calciatori da una squadra all’altra.

In Premier League al Watford l’argentino 28enne ha fatto una stagione sopra le righe: 33 presenze, 6 gol e 2 assist, che hanno fatto aumentare ancor di più il valore di mercato. Il Torino senza l’Europa League è quasi impossibile che riesca a convicerlo a sposare la causa granata, alla luce anche delle molteplici contendenti anche da altri campionati.

più nuovi più vecchi
Notificami
rotor
Utente
rotor

Meno male in parabola discendente,carissimo e verso i 30 anni.

Marco (1887-1906)
Utente
Marco (1887-1906)

Ma che vada a fare in culo Pereyra..bidone che non è altro

rimbaud
Utente
rimbaud

Uno di quasi 30 anni che costa 30 milioni. Non arriverà in nessun caso ed anche meglio che non arrivi. Zaza insegna..