La voce rimbalza da ambienti vicini all’allenatore appena passato allo Sporting Lisbona, Mihjajlovic e Ljajic di nuovo insieme? Il Torino punta a confermare il numero 10

Io voglio restare. Se poi dovessero capitare occasioni particolari, ne parleremo”. Così aveva pressapoco detto Adem Ljajic solo qualche giorno fa, prima che cominciassero i Mondiali con la sua Serbia. L’oggetto del discorso era il calciomercato, e in particolare la sua permanenza a Torino. Dopo un inverno travagliato e un rapporto con Mazzarri inizialmente turbolento, le doti del numero 10 sono emerse, e anche nel 3-4-1-2 del nuovo allenatore è diventato un punto fermo. E con quello precedente? Con Mihajlovic, Ljajic ha un rapporto di vecchia data. Un rapporto schietto, padre-figlio, amore-odio. Fu l’allenatore ora passato allo Sporting Lisbona e volere Ljajic nel Torino, ma fu anche lui a metterlo fuori rosa, poche settimane prima che si consumasse il suo esonero. E ora? E ora Mihajlovic ci riprova: lo Sporting Lisbona pensa a Ljajic. Il padre chiama il figlio, ma cosa risponderà?

Ljajic – Mihajlovic allo Sporting Lisbona? Il desiderio dell’allenatore

A riferire di un interessamento dello Sporting Lisbona per l’attaccante del Torino sono fonti vicine a Sinisa Mihajlovic. Che su Ljajic vorrebbe ripartire per la nuova avventura con i lusitani. L’ambiente dello Sporting in questo periodo non è dei più facili: i tifosi sono sul piede di guerra, i giocatori su quello di partenza, e il presidente è in questo momento ai minimi storici per gradimento. Ma non mancano i fondi: come dimostrano i due milioni di euro l’anno che la società investirà per Mihajlovic. Di qui, la tentazione di provare con Ljajic, convincerlo con moneta sonante da un lato, e con la prospettiva di giocare in Europa League dall’altro, un obiettivo, quest’ultimo, che lo stesso giocatore ha tratteggiato per il suo Torino. E quindi che fare? Si aspetta, il Toro non ha ricevuto alcuna proposta ufficiale. In tal caso, dovrà decidere bene sul da farsi.

Calciomercato Torino, Ljajic: stipendio e valutazione

La valutazione che il Torino avrebbe in mente per Ljajic è superiore ai 15 milioni di euro. Questo perché il rendimento del fantasista è cresciuto negli ultimi due anni: ha giocato e, pur se talvolta con delle fasi calanti, ha convinto. Inoltre, nel nuovo progetto tattico di Mazzarri, il giocatore ora rientra eccome. Lo stipendio, poi, è pur ricco: 1,5 milioni di euro più bonus vari ed eventuali, che lo Sporting dovrà andare ad aumentare e ricalibrare. Insomma, non è così semplice, ma nemmeno così impossibile. La sensazione è che, sia in un modo, sia in un altro, tutto si sbloccherà solo dopo i Mondiali. Quando, a bocce ferme, si potrà definire meglio il futuro di Ljajic. Con un bivio tra Torino e Sporting Lisbona.


18 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Matteo1
Matteo1
3 anni fa

Ma vah?! Ma che sorpresa! Non me lo aspettavo propio. Chi l’avrebbe mai detto? Era proprio inimmaginabile.
Gigi Radice redivivo.

io
io
3 anni fa

consiglio a spacobotilia di ignorarci : ci ha gia’ spaccato troppo ed a lungo gli zibidei !

davidone5
davidone5
3 anni fa

Ti diamo volentieri (con il volo compreso nel prezzo) niang. Hai voluto a tutti i costi niang perchè non te lo riprendi?

Calciomercato Torino, Gomis alla Spal: è UFFICIALE

Ferigra, entro fine giugno il riscatto: poi Mazzarri lo porterà in ritiro