Parigini è rimasto: ora il rinnovo di contratto

di Andrea Piva - 5 Settembre 2019

Il prossimo 30 giugno il contratto che lega Vittorio Parigini al Torino scadrà ma il suo agente è già al lavoro con Massimo Bava per il rinnovo

Per Vittorio Parigini non sarà facile in questa stagione ritagliarsi un ruolo da protagonista nel Torino: gli arrivi di Diego Laxalt e Simone Verdi rischiano di ridurre ancora di più gli spazi per il numero 27, sia nel ruolo di laterale sinistro di centrocampo (proprio la posizione del neo acquisto uruguaiano) che in quello di attaccante esterno nel 3-4-3 (dove giocherà l’ex Napoli). Nonostante la folta concorrenza, l’ex Primavera è però rimasto alla corte di Walter Mazzarri e ora spera di porre il prima possibile la sua firma sul nuovo contratto.

Torino-Parigini: la trattativa per il rinnovo è in corso

Contratto che avrebbe dovuto già firmare quasi un anno fa, prima che la trattativa da Paolo Paloni (agente di Parigini) e il direttore sportivo Gianluca Petrachi si bloccasse. Nel frattempo l’attaccante ha cambiato procuratore – passando nella scuderia di Giuseppe Galli – e il Torino ha un nuovo ds, Massimo Bava: la trattativa è ora ripartita e si attende che arrivi alla conclusione.

L’attaccante vuole giocarsi le sue carte in granata

Giungere rapidamente a un accordo e alle firme sul nuovo contratto conviene sia a Parigini che al Torino: il calciatore avrà un aumento dell’ingaggio e la società granata potrà allontanare il rischio di perdere fra qualche mese l’attaccante a parametro zero. L’attuale contratto che lega il giocatore alla società granata scadrà il prossimo 30 giugno e, se non dovesse prolungato entro la fine di gennaio, da febbraio Parigini avrà la possibilità di accordarsi e firmare con un’altra società senza che il Torino guadagni nemmeno un euro dalla cessione. Una soluzione, questa, a cui nessuno però vuole arrivare, anche perché Walter Mazzarri crede nel giocatore e lo stesso Parigini vuole giocarsi le sue carte indossando quella maglia granata che veste da quando era un bambino.

più nuovi più vecchi
Notificami
AT72
Utente
AT72

Parigini e Edera a mio avviso giocheranno poco e niente, pertanto credo che se chiedevano di andare in prestito non avrebbero buttato un anno importante per loro.

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

rinnovo sicuramente. l’ulltimo Parigini no era male e la storia di verdi ci insegna ceh a volte un giocatore arriva dopo. e infine il giocatore ammirato in under era un gran bel vedere. brocco non lo è di sicuro. per tenerlo come rincalzo, o per rivenderlo bene, comunque rinnovo

andrepinga
Utente
andrepinga

Bravo ragazzo, ma a 23 anni non puoi essere piu’ una promessa…io nn rinnoverei

thethaiman
Utente
thethaiman

A qual pro. Se rinnovi lo puoi vendere a 100 euro, se non rinnovi neppure quelli.

10genà
Utente
10genà

mmmmh…quindi questo a 23 non è scommessa ma non è esploso. L’altro che va per i 28 speriamo che esploda con Mazzarri…a che età son dei giocatori fatti in serie A? Buon per i Viola che ne hanno preso uno di 36…”sarà bin mur custì, no?!?Eh criste!”