Calciomercato Torino / Jacopo Segre torna al Toro in attesa di scoprire il suo futuro: senza promozione in A la Spal non ha l’obbligo riscatto

Non basta a Jacopo Segre il gol segnato nel pomeriggio di ieri contro la Cremonese per strappare il riscatto da parte della Spal. E non certo per demerito del giocatore di proprietà del Torino. Nonostante la vittoria all’ultima di campionato, infatti, gli spallini non sono riusciti ad agguantare i playoff promozione che avrebbero potuto permettergli di riconquistare la Serie A, traguarda che, come da contratto, avrebbe fatto scattare l’obbligo di riscatto proprio nei confronti di Jacopo Segre. Il granata, che nel gennaio scorso aveva rinnovato con il Torino fino al 2023, era infatti approdato alla Spal inseguito all’arrivo di Mandragora, che gli aveva di fatto chiuso ogni possibilità di trovare spazio, con la formula del prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione. Fallito l’obiettivo degli estensi, il futuro del centrocampista torna ad essere un’incognita.

Prima il ritorno al Toro poi il mercato estivo

Che il centrocampista abbia avuto un buon impatto sulla squadra estense è un dato di fatto e basta guardare i numeri: dal suo arrivo, Segre ha strappato 18 presenze di cui ben 11 da titolare. Viene quindi spontaneo pensare che proprio la Spal potrebbe essere un approdo concreto per la prossima stagione o, per lo meno, una delle squadre con cui il Toro avrà la possibilità di intavolare nuovamente una trattativa concreta per il centrale. Il non approdo in Serie A, infatti, fa di fatto cadere l’obbligo di riscatto previsto dal contratto ma non certo l’interesse degli spallini che potrebbero rifarsi avanti anche nel mercato estivo.

Intanto, l’unica certezza è che, andato in archivio il campionato di Serie B, Jacopo Segre farà adesso ritorno al Torino, in attesa di vagliare tutte le possibili porte che potrebbero aprirsi. Non ultima anche quella di una permanenza in granata. Tutto, ovviamente, non potrà che dipendere anche e soprattutto da quale sarà il tecnico del Torino per la stagione prossima. Se, come tutto l’ambiente si augura, Nicola riuscirà a strappare il rinnovo e la conferma non è difficile prevedere che anche lo stesso Segre avrà la possibilità di giocarsi le sue carte. Ma questo, va da sé, dipenderà dalle scelte che la società farà al termine del campionato. Nel frattempo, Segre si gode la consapevolezza di essere riuscito a ritagliarsi con la Spal uno spazio importante che in granata, al contrario, non avrebbe avuto. Uno spazio che potrà certamente giocare a suo favore nel mercato estivo.

Jacopo Segre
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 11-05-2021


32 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ultrà
Ultrà
4 mesi fa

Chissà se gli è rimasta la voglia di ridere…

ardi06
ardi06
4 mesi fa

Non è che darlo via a 2,5 milioni con il centrocampo che abbiamo sarebbe un grande affare. È giovane e può migliorare

Orgogliogranata
Orgogliogranata
4 mesi fa

Andrò controcorrente e probabilmente ot, ma tutte le partire che ho visto del Crotone Diji ha giocato bene.
Io lo vorrei come alternativa.
Inoltre boyè a me piaceva e vorrei vederlo nel Toro di Nicola.

Troposfera Granata
Troposfera Granata
4 mesi fa

Concordo su Boyé. Djidji due-tre anni fa giocava bene, poi si è involuto.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
4 mesi fa

la penso come te

Belotti, Cairo rimanda il rinnovo: per ora la trattativa è in stand-by

Aina retrocede col Fulham: il Toro rischia di perdere un tesoretto di 12,5 milioni