Calciomercato Torino / Con Biglia il Toro ha un accordo di massima, ma le priorità sono altre: da Torreira a Vera, i granata scelgono (anche) per l’età

Lucas Biglia ha dieci anni più di Torreira – che è un ’96 – e quattordici più di Vera, ha un accordo di massima col Torino da settimane ma sin qui i granata non hanno finalizzato l’affare anche per questioni di carta d’identità. L’argentino ex Milan, ora svincolato, non convince pienamente il club di Cairo. E lo stesso patron ha dettato la linea da Dogliani, quando parlando del regista – priorità del mercato in entrata – non ha solo dribblato le domande sull’uruguagio con un passato alla Samp, ma ha anche affermato: “Se trovassimo un giovane potrebbe essere la cosa migliore. Vediamo”.

Torino, è sempre caccia al regista: il tempo scorre

Insomma, l’identikit non è propriamente quello di Biglia. Che, come si scrive su queste pagine da giorni ormai, attende dal Torino una risposta definitiva. Fin qui non è arrivata perché il ds Vagnati sta tentando in tutti i modi di strappare un sì all’Arsenal e uno a Torreira, il preferito di Marco Giampaolo. Ma i margini di successo sono risicati.

Sullo sfondo resta sempre Fausto Vera, comunque più avanti rispetto a Biglia nelle gerarchie degli obiettivi. Anche per il volante dell’Argentinos la trattativa è comunque complicata: i Bichos vogliono monetizzare e stanno aspettando che anche le altre pretendenti facciano le loro mosse.

Lucas Biglia
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-09-2020


29 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
odix77
4 mesi fa

io eviterei di prendere biglia.. per altro a mio aviso una discreta alternativa come regista quando tornerà è baselli, non rincon……

granata13
granata13
4 mesi fa

Biglia andava bene 7, 8 anni fa..ora va bene se fa riserva a Torreira

davidone5
davidone5
4 mesi fa

Biglia andrebbe bene solo col contratto di un anno per fare da chioccia ad un eventuale giovane da far crescere altrimenti è da evitare.

Toro, l’Athletic Bilbao attende una risposta per Berenguer

Segre, segnali a Giampaolo: due ruoli per conquistarsi la conferma