Calciomercato Torino / Diritto di riscatto e ingaggio diviso con il Milan: il piano del Toro per arrivare a Caldara

Servirà innanzitutto una cessione, per dare l’assalto all’erede di Nicolas Nkoulou. Intanto, però, il Torino sta preparando il terreno. Da giorni si sono intensificati i contatti tra il club e l’entourage di Mattia Caldara, difensore centrale classe 1994 di proprietà del Milan. La trattativa si sta imbastendo, ma per portarla avanti servono i giusti incastri. Innanzitutto, i granata sono al lavoro per piazzare Lyanco, il principale indiziato all’addio, nel reparto. E’ concreta la pista che porta al Betis Siviglia, ma l’accelerata ancora non c’è, anche perché il brasiliano è alle prese con qualche acciacco.

Torino al lavoro: formula ‘alla Pjaca’?

Poi, con il Milan, servirà trovare una quadra per la formula sulla quale imbastire il dialogo. Cairo e Vagnati hanno in mente un’operazione del tutto simile a quella portata a termine per Marko Pjaca: prestito con diritto di riscatto a cifre contenute e percentuale sull’ingaggio pagata dal club proprietario del cartellino. I rossoneri non hanno chiuso a priori a quest’ipotesi.

Quanto guadagna Caldara al Milan

Se ne sta parlando in questi giorni. Ma difficilmente gli odierni margini di manovra muteranno: il Toro non può permettersi di pagare per intero lo stipendio da 2,2 milioni di Caldara (ben oneroso), né vuole rischiare di prendere a titolo definitivo un calciatore che nell’ultima stagione – in prestito all’Atalanta – ha raccolto appena nove presenze, per un totale di centotrentadue minuti in campo. Questione di incastri e formule: tra meccanica e chimica, Caldara può diventare, da idea, un obiettivo.

Mattia Caldara
Mattia Caldara
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 31-07-2021


20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 mesi fa

Vade retro Caldara.

ardi06
ardi06
2 mesi fa

Prima cosa perché per sostituire uno già uscito, n’koulou, c’è bisogno di un altra cessione in difesa? Secondo perché caldara? E qui mi vengono in mente tre cose, la prima perché gratis, la seconda perché gli si vuole pagare lo stipendio coi soldi che prendeva n’koulou più quelli che prende… Leggi il resto »

pennina
pennina
2 mesi fa

pjaca, caldara, niang, li prendiamo tutti così… giocatori che da giovani parevano campioncini, che alla prima prova non hanno retto e che da noi vengono per la seconda, sperando vada bene… io sarei anche d’accordo ma il campo mi sa dica diverso…

Torino, ora Orsolini fa gola: Vagnati ci prova

Lyanco blocca il mercato in entrata: Vagnati vuole affrettare i tempi della cessione