Torino, l'Europa cambia il mercato? Gli scenari in caso di eliminazione

Toro, l’Europa può cambiare il mercato: in caso di eliminazione nuovi scenari

di Francesco Vittonetto - 24 Agosto 2019

Calciomercato Torino / Cairo dopo i Wolves: “Devo avere giocatori felici di rimanere. Se restano tutti? Vediamo…”. Gli scenari degli ultimi giorni di trattative

Che dall’Europa dipendesse una buona fetta del calciomercato del Torino lo si è compreso vedendo realizzata, negli ultimi due mesi, una strategia di conservazione e attesa che ha portato la truppa di Mazzarri a giocarsi l’andata del playoff di Europa League contro il Wolverhampton senza alcun mutamento nell’ossatura della passata stagione. Il piano di Cairo era stato chiarito più volte dallo stesso presidente granata: trattenere tutti, poi aggiungere la ciliegina al momento giusto. Il 2-3 che costringerà Belotti e compagni al miracolo del Molineux per raggiungere i gironi, però, se non le ha rovinate ha certamente messo in discussione le ferree convinzioni del numero uno di via dell’Arcivescovado. Perché, senza Europa, qualcosa sul fronte del mercato potrebbe davvero cambiare.

Torino, in entrata e in uscita: il punto di Cairo

Dopo il doppio confronto con Wolves, alla chiusura della sessione estiva mancheranno quattro giorni e qualche ora. Lì – questa è la sensazione – si deciderà tutto o quasi. Perché se per il secondo portiere i tempi potrebbero essere più rapidi (Paleari è in pole), lo stesso non si può dire per l’eventuale innesto sulla fascia mancina e, soprattutto, per la pedina di qualità in attacco. Verdi, nella volontà dei granata, “ma se ci fosse un accordo con il Napoli sarebbe già nostro”, affermava Cairo non più tardi della notte scorsa quando, a stadio ormai pressoché deserto, rilasciava alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti .

Fin qui nulla di sorprendente. Eppure qualcosa, se tra poco più di una settimana il Toro dovesse ritrovarsi fuori dall’Europa, potrebbe mutare sul fronte delle uscite. “Io voglio tenere tutti. Poi è chiaro che devi avere tutti giocatori che sono felici di restare”. Parola di presidente. Che in quel “Vediamo” (in risposta a: “Resteranno tutti comunque?”) lascia intendere da un lato la sua volontà, dall’altro i pericoli che la perdita prematura di uno degli obiettivi stagionali potrebbe riservare.

Dopo l’Europa League: tutti gli scenari

Dopo la trasferta inglese saranno ore di passione. L’innesto di talento, quello in fascia. E le possibili sorprese. Non è un mistero che a partire potrebbe essere Bonifazi, specie senza impegno Uefa, ma da monitorare c’è anche l’interesse mai sopito della Roma di Petrachi per Nkoulou. Qualora dovesse arenarsi la trattativa per Rugani, l’ex ds granata potrebbe tornare all’assalto.

Due situazioni da tenere d’occhio di qui al 2 settembre. Con una postilla non certo trascurabile: un addio di spessore non è affatto scontato. E’ semmai il fantasma dell’eliminazione europea a gettare un brivido d’incertezza sul finale del calciomercato.

più nuovi più vecchi
Notificami
jerry
Utente
jerry

Ancora prima di cominciare sono già incazzato

Valentino
Utente
Valentino

Lovi tutto quello che hai scritto lo penso da anni. Aggiungo che se posso provare a capire i giovanissimi anche se l’ignoranza è sempre una colpa, per quei vecchi che hanno visto il vero Toro e lo hanno tradito provo solo un profondo disprezzo. Per quanto riguarda i lecchini con… Leggi il resto »

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

ti ricordo sempre che si parla di calcio. sembri in guerra. la vita è altra cosa

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Allora non fare la crocerossina e togliti da davanti.

Roby65(Filasempre)
Utente
Roby65(Filasempre)

Ma chi lo avrebbe detto….
Che poi, il problema non è vendere. È quando vendere e con chi sostituire o rinforzare.