Calciomercato Torino / Il papà di Lyanco parla delle difficili trattative per l’addio del figlio. E il Toro è fermo su Goldaniga e Walukiewicz

A sentire il papà di Lyanco, che del centrale fa anche l’agente, per mettere nero su bianco l’addio al Torino servirà ancora del tempo. Sì, il Betis Siviglia è seriamente interessato a lui, ma “il fair play finanziario in Spagna è diventato un ostacolo”. Tradotto: nella trattativa ci sono differenze economiche importanti, sia per raggiungere l’accordo tra club sia per comporre un contratto soddisfacente tra il giocatore e i beticos. E così il Toro resta fermo a a guardare, perché i granata non vogliono, al momento, intervenire sul mercato in entrata senza la certezza della cessione.

Walukiewicz e Goldaniga: i nomi in entrata

I nomi attualmente sul tavolo di Vagnati sono due: Sebastian Walukiewicz ed Edoardo Goldaniga. Il primo è un’idea da tempo. Il Torino ci ha provato a inizio mercato e ha avuto nuovi contatti di recente, ricevendo però la stessa risposta dal Cagliari: senza un’offerta alta, non ci sono le condizioni perché il polacco parta (si parla di una valutazione tra i 9 e i 10 milioni). Il secondo è un’opportunità venuta a galla nelle ultime ore. Ai granata è stato proposto Goldaniga, attualmente al Sassuolo, e il club lo sta prendendo in considerazione anche perché costerebbe meno. Si vedrà.

Ma Lyanco per ora blocca tutto

Intanto, però, va risolta l’incertezza attorno a Lyanco. Già la scorsa estate il centrale sembrava sul punto di salutare: ci fu un lungo flirt con lo Sporting Lisbona ma alla fine non se ne fece nulla. Ora il Toro teme un epilogo analogo. Il papà del calciatore ha rivelato che esiste una seconda pista, oltre al Betis, quella che porta al Flamengo. La richiesta di prestito è stata però rispedita al mittente: Cairo e Vagnati vogliono cedere Lyanco a titolo definitivo. Non sarà facile, e in più il tempo scorre, inesorabile.

Edoardo Goldaniga
Edoardo Goldaniga
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 14-08-2021


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
2 mesi fa

Che vergogna, già la difesa ballava, già non è stato sostituito n’koulou e per prendere qualcuno aspettano di vendere lyanco che da due anni ha offerte che porterebbero a plusvalenza ma a cairo non bastano. Ve la immaginate la difesa com’è, senza n’koulou con lyanco scaxxato e già di per… Leggi il resto »

WGranata76
WGranata76
2 mesi fa

Siamo alle solite, il mercato non si sblocca perché non vendiamo, ma il problema è sempre lo stesso, ossia le valutazioni fuori mercato che si pretendono in entrata ed uscita da questa società. È lecito voler ottimizzare riducendo le distanze, ma si deve essere anche realisti. Se fai almeno 2… Leggi il resto »

Sunnapunna
Sunnapunna
2 mesi fa
Reply to  WGranata76

Tutto giusto.. Come sempre Non ce’ nessun tipo di pianificazione. Io Penso Che in generale il tifoso, almeno la maggior parte, sarebbero contenti di perdere ance i giocatori piu importanti se dietro Ci fosse una societa’ che avesee un piano e lo spiegasse onestamente. Ad oggi, tutto tace

WGranata76
WGranata76
2 mesi fa
Reply to  Sunnapunna

Esattamente, nessuno può e deve pretendere sempre un progetto sportivo vincente, troppe le variabili, ma almeno avere un progetto sportivo e una programmazione da seguire sarebbe la base. Questo approccio è sempre mancato al Toro, anche ai tempi di Ventura dove qualcosa, grazie al duo allenatore e DS, era stato… Leggi il resto »

ardi06
ardi06
2 mesi fa
Reply to  WGranata76

Per me, oltre alla tua più che giusta analisi c’è pure malafede, perché non prendere a zero semper e vazquez ad esempio

ardi06
ardi06
2 mesi fa
Reply to  ardi06

Anzi perché non aver preso….. visto che si sono accasati

beruatto55
beruatto55
2 mesi fa

come sempre spero che tutti questi nomi messi in giro, servano a distrarre da un vero obiettivo sensato o azzeccato… Penso che alla fine arriveranno almeno 2 nuovi, da vedere se follie alla verdi o cosa!

Orsolini e Brekalo, costi alti: Messias resta nei radar del Torino

Il Toro torna su Marchwinski. Dalla Polonia: “Segue anche Radwanski”