Torino e Serie A: mercato al ribasso? Gli scenari a causa del Coronavirus

Torino, sarà un mercato al ribasso? Le cessioni possono diventare una risorsa

di Francesco Vittonetto - 18 Marzo 2020

Calciomercato Torino / L’emergenza Coronavirus fa presagire trattative al ribasso in Serie A ma non solo. I conti del club granata rassicurano, ma lo scenario peggiore…

I danni economici che l’emergenza Coronavirus avrà sul mondo del calcio saranno quantificabili solamente fra qualche mese, quando si potrà guardare con più chiarezza al futuro del campionato. Che al momento, per il Torino e tutta la Serie A, resta fumoso. Certamente le ripercussioni dei mancati (o limitati) introiti del botteghino e soprattutto dei diritti televisivi si faranno sentire nel prossimo calciomercato estivo. Sarà impossibile raggiungere la cifra record di 1.18 miliardi di euro di spesa totale fatta registrare dai club nella sessione del 2019.

Diritti tv, botteghini: i mancati incassi della Serie A

Per tutte le squadre, Toro compreso, sarà un mercato al ribasso. Con investimenti limitati e un’attenzione ai conti che si farà spasmodica. E questo anche se il campionato dovesse effettivamente concludersi (entro e non oltre il 30 giugno). I broadcaster sono già al lavoro per chiedere alla Lega uno sconto sulla tranche dei diritti e il contenzioso tra le parti si protrarrà nelle prossime settimane.

E in più, all’eventuale ripresa delle partite, potrebbe rendersi necessario osservare comunque un’ulteriore periodo di porte chiuse ai tifosi, con mancati introiti annessi. Perché il contagio, ormai è chiaro, non si fermerà presto.

Il campionato riprende o no? Gli scenari per il Torino

Il cataclisma economico, ad ogni modo, arriverà solo nel caso in cui la stagione non dovesse concludersi. Allora sì, per il calcio italiano sarebbero dolori. I conti del Torino, in questo senso, mettono al sicuro il club di Cairo dal pericolo di un default. Ma, nell’uno come nell’altro scenario, le strategie andranno comunque riviste.

Da un lato ci sarà da tenere in considerazione l’inevitabile ritardo nella pianificazione degli obiettivi – che, in tempi normali, sarebbe partita proprio in questi giorni -, dall’altro come detto si dovranno tenere in considerazione i limiti di una depressione di sistema.

Non è da escludere che, attraverso la cessione di qualche big, il Torino tenti di far fronte all’inevitabile calo degli introiti. Questa, però, potrebbe essere la strategia (obbligata) di molti club, già frenata in partenza dalle inevitabili svalutazioni dei cartellini. Problemi e incognite del mercato del pallone: il virus mette in crisi il domani.

Urbano Cairo looks on prior to the Serie A football match between Torino FC and Atalanta BC.

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
vecchiamaniera
8 mesi fa

Mercato al ribasso?Sono quindici anni che la linea è la stessa.Per noi cambia 0