Calciomercato Torino / L’italo-brasiliano lascerà il Cagliari per seguire le proprie ambizioni. Sul portiere la cifra richiesta crea dubbi

Il sogno Joao Pedro assume sempre più contorni reali come lo sono altrettanto i problemi e le incertezze che circondano il reparto offensivo granata. Siamo a giugno e ancora non si sa se il Toro potrà schierare anche l’anno prossimo il proprio goleador e capitano. In attesa della decisione che partorirà Belotti, i granata hanno preferito agire e non farsi cogliere di sorpresa, vagliando i nomi per la prima punta oltre ai trequartista. Due ruoli per i quali Joa Pedro sarebbe un jolly: la trattativa prosegue da alcune settimane e, dai segnali lanciati dal Cagliari, si stanno facendo passi avanti, anche se confondibili con il pressing delle rivali di mercato, che in Serie A non dovrebbero mancare.

Joao Pedro, la B è un’occasione

Parlano i numeri e Joao Pedro è un’occasione per tutti. Il contratto in scadenza e la retrocessione in B rappresentano quell’opportunità calzante per lasciare la Sardegna e far sì che la squadra che acquisterà il suo cartellino non si sveni per far suo l’attaccante in orbita nazionale. A conferma di queste sensazioni giungono le parole rilasciate dal direttore sportivo del Cagliari Stefano Capozucca, che di fatto ha annunciato l’addio ai rossoblù di Joao Pedro, come un invito a seguire le proprie ambizioni personali. Si spera non da subito europee, perché questo estrometterebbe istantaneamente il Toro dalla bagarre per accaparrarselo. Soprattutto se è conclamato l’interesse della Fiorentina, qualificatasi al termine della stagione appena conclusa in Conference League.

Cragno, sul portiere anche il Monza

Capozucca, oltre di Joao Pedro, ha avuto modo anche di parlare di un altro giocatore che interesserebbe al Torino. Cragno non tornerà a giocare in serie cadetta. Non merita un downgrade di questa portata  e il Toro sarebbe pronto ad accoglierlo. Vista la scarsa affidabilità di Berisha e Milinkovic-Savic, avere tra i pali un portiere come Cragno può fare eccome la differenza. Ma le condizioni non sono così abbordabili come con Joao Pedro, visto che il suo contratto scadrà nel 2024. I rossoblù cercheranno di far loro un bel gruzzoletto, che si attesta attorno ai 15 milioni di euro. Non proprio il punto di partenza miglioria per intavolare una trattativa che potrebbe seguire disturbi da parte del neopromosso Monza, interessato all’estremo difensore toscano.

Alessio Cragno
Alessio Cragno
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 07-06-2022


38 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
Scimmionelli
5 mesi fa

Ma quanti anni sono che ci accostano Joao Pedro? Almeno. cambino musica.

paolo 67 (tabela)
paolo 67 (tabela)
5 mesi fa
Reply to  Scimmionelli

Mi ricorda Almirón……

BiriLLo
BiriLLo
5 mesi fa

T9.. mi è rimasta appesa la M del DS che hai paventato il 1 luglio.. l’unico è dell’Udinese. Non trollare perché in molti si spera in un avvicendamento.

Trapano
Trapano
5 mesi fa
Reply to  BiriLLo

Ma ancora ci vai dietro ? Dai che vi sta perculando.. intende Madde’

BiriLLo
BiriLLo
5 mesi fa

Dipende dal prezzo ma chi lo ha osservato sa che si spreme sempre a tutta e nonostante l’età è integro. A me non dispiace anzi. Per i più giovani c’è Strefezza..

Belotti tiene il Torino in attesa, riscatti in bilico: a che punto è il mercato

Il vice ds dello Shakthar: “Solomon? Il Toro è in prima fila”