Calciomercato / Il rendiconto trimestrale, in casa Roma, vede crescere ancora l’indebitamento: in estate sarà un supermercato, Torino vigile

278,5 milioni di motivi per aprire un supermercato in estate, che anche il Torino potrà sfruttare. La Roma di Pallotta fa i conti con un indebitamento che cresce senza posa, anche nella trimestrale al 31 marzo pubblicata nei giorni scorsi: altri 14,15 milioni si sono infatti aggiunti ai 264,35 comunicati al 31 dicembre 2019. Un’emorragia che va fermata con una strategia. A Trigoria, Gianluca Petrachi si prepara a mesi di addii, perché il parco giocatori va tagliato e il costo del lavoro abbattuto. E in giallorosso ci sono almeno una dozzina di tesserati fuori dai progetti futuri.

Da Florenzi a Juan Jesus: i nomi in uscita

Da Juan Jesus – che il Toro cercò nel 2018 – a Perotti, passando per Florenzi (che tornerà dal prestito al Valencia), Fazio, Bruno Peres – ex granata – o Defrel: i profili interessanti non mancano. Ce ne sarebbero, insomma, per tutti i ruoli.

Per ora da via Arcivescovado non si segnalano interessamenti. Il nuovo direttore dell’area tecnica, Davide Vagnati, valuterà con il passare delle settimane il da farsi, considerando le trattative già avviate da Bava (Bonaventura e Gagliardini su tutte) e sondando il terreno per i “suoi” nomi (Fares e Strefezza in primis, ma anche Maggiore).

Poi arriverà il calciomercato, quello vero. E allora occorrerà tenere d’occhio anche la situazione della Roma, indebitata e costretta a cedere. Il supermercato, se ben fornito, può portare buone occasioni.

Davide Vagnati
Davide Vagnati
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 18-05-2020


23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
radice10
radice10
1 anno fa

Grazie Redazione

radice10
radice10
1 anno fa

Ah! Ah! Ah! Ah! Ah!Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah!

radice10
radice10
1 anno fa

Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah!

Torino, rosa corta e calendario fitto: il (non) mercato di gennaio è un problema

Parla l’agente di Laxalt: “Ecco perché ha lasciato il Torino”