Aumenta il pressing per arrivare al centrocampista: a Mihajlovic serve un regista. Da Napoli via libera alla cessione, ma la concorrenza non manca

Con il Toro vicino a definire la questione Iago, e in attesa di capire come meglio muoversi per Ljajic (o, in alternativa, per un trequartista con relativo passaggio al 4-3-1-2), i granata pensano anche al centrocampo. Segnatamente, al ruolo del regista, attualmente occupato da Vives, che non potrà fare il titolare tutto l’anno, e Gazzi, in uscita; ma anche con la forte candidatura di Baselli, che Mihajlovic vuole testare nel suo vecchio ruolo. E il nome più cercato, attualmente, resta quello di Mirko Valdifiori.

Già poco più di una settimana fa, i granata erano tornati a farsi sotto per il giocatore che era stato tanto seguito lo scorso anno, e che – a causa di una lista particolarmente scarna di candidati – è tornato prepotentemente di moda. Con il Napoili, di recente, si è parlato dell’ex Empoli. E i costanti contatti con l’agente del centrocampista fanno capire che il Toro vuole fare sul serio.

Sul giocatore, però, c’è una discreta concorrenza in Serie A: dal Bologna alla Sampdoria, le ipotesi si sprecano, ma tutte queste piazze, Toro compreso, sono pronte a rilanciare il classe ’86, che a Napoli si aspettava un percorso completamente diverso rispetto a quello poi intrapreso. Valdifiori, insomma, è un obiettivo sensibile del Toro, e il Napoli ha aperto a una cessione, eventualmente anche in prestito con diritto di riscatto. La motivazione è semplice: pagato 5 milioni lo scorso anno, se giocasse con regolarità e profitto quest’anno permetterebbe al suo cartellino di non svalutarsi eccessivamente. Cosa che, attualmente, in effetti è.

La trattativa con il Napoli, insomma, è stata avviata. E lo stesso giocatore spinge con il suo agente affinché il suo trasferimento – qualsiasi sia la nuova destinazione – possa avvenire il prima possibile. In questo pazzo calciomercato, anche i vecchi tormentoni tornano di moda. C’è un profumo granata nell’aria, per Valdifiori? Ancora troppo presto per dirlo. Ma la trattativa continua, e la dirigenza non vorrebbe portarla troppo per le lunghe. Il caso Ljajic basta e avanza.

TAG:
valdifiori vives

ultimo aggiornamento: 15-07-2016


46 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Trapano
Trapano
6 anni fa

spero proprio non sia vero, mai piaciuto e soprattutto molto sopravvalutato, a 29 anni aveva disputato solo 1 campionato decente in serie A, passato a una “grande” e’ tornato nell’anonimato

Osservatore
Osservatore
6 anni fa

Di positivo c’è che il Napoli non si può inserire nella trattativa!

BisGranata
BisGranata
6 anni fa

Ma perché non Viviani? Molto meglio, più giovane e più forte! Il Verona retrocesso non chiederebbe la luna…

L’agente di Giaccherini: “C’era l’accordo col Toro, poi è arrivato il Napoli”

Iago e il Toro: matrimonio in vista, il giocatore è atteso a Bormio