Calciomercato Torino: su Belotti insiste l'Inter, l'attaccante per il rinnovamento nerazzurro - Toro.it

Toro, attento: su Belotti insiste l’Inter, l’attaccante per il rinnovamento nerazzurro

di Valentino Della Casa - 10 Maggio 2017

I lombardi vogliono rinnovare tutto: Belotti è il primo obiettivo sul calciomercato, se parte Icardi. Già avviato qualche contatto, il Torino è allertato

Andrea Belotti re del calciomercato. Il bomber del Torino, è superfluo dirlo, fin fastidioso anzi, non può che far gola a moltissimi club, visto il grande campionato finora disputato. All’estero come in Italia, il Gallo è al centro dell’attenzione, di quella stessa attenzione mediatica che, comprensibilmente, lo ha portato a vivere con un po’ troppa inquietudine queste ultime partite, nelle quali è rimasto a secco. Nulla di grave, in verità: una piccola flessione a campionato quasi terminato, e con un Torino che da mesi ha ben poco da dire, è quasi fisiologica. Anzi, la lotta per il titolo di capocannoniere ha ravvivato l’attenzione intorno ai granata che, dopo la parentesi di compravendita invernale, hanno ridimensionato in maniera piuttosto considerevole le prospettive sulla stagione, che non poteva più portare ragionevolmente a una qualificazione europea.

Fa gola, Belotti, a tanti. All’estero ci sono per esempio il Manchester United e il Chelsea, molto di più del Barcellona che qualche mese fa aveva fatto qualche sondaggio, con la dirigenza torinista volata in Catalogna per parlarne. Per queste squadre, non resta che la famosa clausola da 100 milioni, valida solo per l’estero. E in Italia? Si dovrà trattare con Cairo (come sempre accade), che su Belotti si è espresso a più riprese: meglio sarebbe, secondo il presidente del Toro, che l’attaccante rimanesse almeno un altro anno. Ma cosa succederebbe se arrivasse una squadra, con magari 80 milioni sul piatto, se non qualcosa di più? La cifra è spaventosamente alta, e porterebbe sicuramente a delle riflessioni, anche solo prima di rifiutare la proposta.

È quello che si pensa in casa Inter, già da qualche tempo. I nerazzurri sanno che il destino di Icardi è in bilico, e hanno intenzione di rinnovare parecchio la squadra: Pioli è stato esonerato ieri, arriverà un nuovo tecnico e, con lui, dei nuovi dirigenti, tra cui anche Walter Sabatini, che quest’anno ha dato il suo addio alla Roma. L’intenzione del gruppo Suning è quella di immettere molti soldi sul mercato, soldi che arriverebbero anche dalla cessione del bomber argentino. Per questo motivo, qualche contatto per capire come muoversi per Belotti è già stato preso: il progetto dell’Inter è ambizioso, l’attaccante sarebbe il fulcro di questa rifondazione, giocherebbe titolare e avrebbe poche probabilità di perdersi, di conseguenza il Mondiale. E guadagnerebbe molto di più. L’intenzione, insomma, è concreta: i contatti ci sono e non è escluso che una trattativa possa essere intavolata. Che questa, poi, possa andare in porto, è tutto un altro paio di maniche. Ma il Torino è in stato di allerta: non preoccupato, ma in attesa. E il discorso di calciomercato, per Belotti, è ancora lungi dal chiudersi.

più nuovi più vecchi
Notificami
RiminiGranata
Utente
RiminiGranata

Cairo, non farà un altro campionato tenendo Belotti, pensa se si infortunasse! Certo, spererà che l’ultima parte di stagione ne aumenti la quotazione. Le ultime prestazioni hanno gelato i pochi topclub che potevano fare la follia. Cosi si mette avanti in caso nessuno faccia la follia!!! Io vado conte corrente.… Leggi il resto »

Guile
Utente
Guile

1) speriamo che il gallo non si infortuni.
2) Sempre Belotti è stato preso prima ed adesso noi chiediamo la luna e marte insieme.
3) il gallo il prossimo anno resta, a meno di un’offerta estera di 100 ml e lui accetti.

Guile
Utente
Guile

Miha già la stagione scorsa voleva kucka.
Non andate in panico please.

Guile
Utente
Guile

“la scorsa estate”

rotor
Utente
rotor

Sono incavolato nero perche’ Sky sport delle 21 ha annunciato l’incontro a casa Milan tra Mirabelli e Petrachi riguardante Belotti,meno male che il presidente aveva detto che se dall’estero offrivano100 milioni lui non ci poteva fare niente. Bisogna che all’inaugurazione del Filadelfia ci facciamo sentire in modo civile ,ma chiaro,basta… Leggi il resto »