Calciomercato Torino / Arteta è diventato general manager dell’Arsenal, avrà un ruolo nelle trattative. I granata devono ancora lavorare per Torreira

“Fin qui è stato un mercato complicato”. Mikel Arteta si è trovato, d’un tratto, a un passo da Davide Vagnati, perché entrambi condividono i crucci di una sessione resa complicata dalla mancanza di tempo e liquidità. L’uno, che è diventato da due giorni manager a tutto tondo dei Gunners, vorrebbe cedere Lucas Torreira – senza svenderlo – perché nel suo Arsenal preferirebbe inserire centrocampisti più adatti, come Partey o Aouar. L’altro, Torreira lo vede al centro del Torino di Giampaolo, ma ancora non ha trovato la chiave giusta per aprire la serratura di Londra. I negoziati sono complessi, perché ad oggi c’è distanza su tutto: formula, valore del cartellino e ingaggio da corrispondere al regista classe 1996.

Comincia la Premier: c’è Fulham-Arsenal

Intanto oggi alle 13.30 l’Arsenal comincerà la Premier affrontando il Fulham (da ieri la squadra di Ola Aina) e Torreira potrebbe far parte del gruppo squadra approfittando di qualche infortunio. Il Torino farà lo stesso tra una settimana esatta, cominciando il suo campionato contro la Fiorentina che nel frattempo ha rallentato nella corsa per l’uruguagio ex Sampdoria.

Cercare di arrivare all’appuntamento del “Franchi” con il regista titolare in tasca è l’obiettivo di Vagnati. Ma la quadra economica è ancora lontana. C’è però una novità, per quanto piccola. Proprio Arteta avrà una parola in più da spendere nel mercato del club d’oltremanica, poiché – come detto – ha incassato la promozione, passando da semplice allenatore capo a direttore d’orchestra della prima squadra, in stretto contatto con il board che indirizza il calciomercato.

Nella sua conferenza stampa di ieri, il tecnico dei Gunners ha già dato qualche indicazione sulle strategie dei trasferimenti: il suo Arsenal, dice, è poco equilibrato: “Siamo attivi sul mercato in entrata e in uscita, in alcuni ruoli non ci sono ancora le qualità che vogliamo. C’è ancora del lavoro da fare”. E parte di questo lavoro riguarderà Torreira, che è in uscita dall’Arsenal e non disdegna – anzi – il Toro: ma bisogna accelerare per giungere a un accordo. Giampaolo fin qui ha pazientato, ma vuole presto il suo play maker.

Lucas Torreira
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-09-2020


31 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
jerry
jerry
4 mesi fa

Il regista manca come il pane e si continua a tergiversare, tra 1 settimana parte il campionato e nessuno ha fretta, Cairo il solito s….

Trapano
4 mesi fa
Reply to  jerry

tronzo

Cairoforever ( Rob 62 )
4 mesi fa

Dopo la figura di merxa dell’anno scorso il minimo è costruire dopo anni e anni una squadra completa nei ruoli almeno a livello di titolari, chiederne 2 x ruolo capisco che è impossibile. Al momento serve un regista e un trequartista senza i quali bisognerebbe adattare giocatori fuori ruolo tipo… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79
4 mesi fa

La cosa preoccupante è che quasi tutti i giocatori arrivati dopo lunghe trattative da parte di Cairo si sono poi rivelati tutti dei bidoni epocali (vedi Niang e Verdi).
Nel caso di Torreira, se arrivasse, spero di essere smentito clamorosamente.

Lyanco, parla il papà: “Allo Sporting direbbe sì ma manca l’accordo tra i club”

Il Tottenham ci prova per Belotti: no di Cairo a Mourinho