Vagnati spiega il metodo per il Torino: "Faccio scouting di persona"

Il metodo Vagnati: “Viaggio e vedo partite all’estero”. Lo scouting sarà centrale

di Francesco Vittonetto - 24 Maggio 2020

Il nuovo ds del Torino, Davide Vagnati, fa dello scouting un perno imprescindibile: “Mi piace sbagliare con i miei occhi”. Ora può essere un’opportunità

Dormire è un truciolo, un residuo tendente a zero di una giornata di lavoro intenso. La sua vita, Davide Vagnati l’ha presentata così nella conferenza stampa con cui ha iniziato a farsi conoscere come nuovo direttore dell’area tecnica del Torino: con poco sonno e tanti appuntamenti da seguire di persona. In questi primi giorni, il ds arrivato dalla Spal ha conosciuto i membri della sua nuova società – “Credo in coloro che ho incontrato”, ha assicurato, allontanando per ora le ipotesi di una rivoluzione. E ha iniziato, d’accordo con Cairo, a pensare ai fatti. Programmare è necessario, anche sul mercato.

Il metodo del nuovo ds: così lo scouting è cruciale per affrontare la crisi

Così arriviamo al metodo, di quel lavoro onnipresente. Il nuovo direttore sportivo ha un debole per lo scouting, e non lo ha nascosto: “E’ un settore importantissimo per tutti. A me piace vedere partite all’estero, in genere mi muovo soprattutto io perché se devo sbagliare mi piace sbagliare con i miei occhi. Il mio lavoro è a 360 gradi”. Prendersi responsabilità, viaggiare per mangiare calcio e studiare calciatori su calciatori. Anche all’estero.

Vagnati, in questa strategia già messa in atto alla Spal, vede anche un’opportunità per affrontare questo presente nebuloso, che sarà presto contraddistinto da una dura crisi economica.

“Oggi siamo in difficoltà tutti. Serve la creatività e la capacità di prendere giocatori sconosciuti attraverso lo scouting. Vedremo quali saranno le risorse a disposizione ma essere una squadra gloriosa in una bellissima città può essere un vantaggio”. Arrivare prima per cogliere l’occasione prima degli altri: con queste armi, il ds vuole affrontare la nuova avventura granata.

Davide Vagnati during a Torino FC individual training sessions.

6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President & premiata colluseria cairota out)
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President & premiata colluseria cairota out)
6 mesi fa

No comment, lasciamolo fare e dopo valuteremo lui ed il suo operato.
Noi non siamo la Spal.
Vero anche quanto scritto da jerry sotto rappresenti nostra condizione attuale.
Purtroppo, e Vagnati qui non c’entra nulla, malgrado la gaffe dell’unico insostituibile, ovvero quello che mette i soldi.

jerry
jerry
6 mesi fa

Il problema è che se riprende il campionato andiamo in B, troppa gente che non vede l’ora di andare via dunque non gliene frega se il toro va in B

Filippo Bull
Filippo Bull
6 mesi fa

” Mi piace sbagliare con i miei occhi” la trovo davvero perfetta,segno di una persona scrupolosa è di prendersi responsabilità in caso di errori,bene💪💪💪