Vagnati, a Torino la presentazione del direttore tecnico

Vagnati “Onore e responsabilità. Belotti mi ha dimostrato attaccamento al Toro”

di Redazione - 23 Maggio 2020

La presentazione di Davide Vagnati, nuovo direttore dell’area tecnica: dopo mesi di corteggiamento Cairo è riuscito a portarlo a Torino

L’era Vagnati è già cominciata: l’attuale direttore tecnico del Toro si è insediato, ha iniziato a lavorare in città, ha parlato con tecnico e giocatori, si sta pian piano ambientando. Fra poco un piccolo passo in più, visto chel’ex Spal verrà presentato ufficialmente: idee, curiosità, motivazioni. Tutto (o quasi) allo scoperto, nella giornata in cui forse potremmo conoscere qualche aspetto sul nuovo dirigente granata. Vagnati arriva in un momento delicato – non solo per l’emergenza in corso ma anche per la situazione in cui il Toro si ritroverebbe una volta ripreso il campionato – con un piano ben preciso da sviluppare nelle prossime settimane. Un progetto che con Cairo il dt ha studiato già nei dettagli, considerato che Vagnati (dopo la deroga subito al Filadelfia) era da tempo un pallino del presidente.

Vagnati: la presentazione al Toro

C’è Urbano Cairo allo stadio Olimpico Grande Torino, dove a breve inizierà la conferenza stampa di presentazione di Davide Vagnati. Il presidente è tornato dopo due mesi e mezzo, ricordando ai presenti che l’ultima apparizione è stata quella in occasione della sgambata contro l’Alessandria. E confessando che all’inizio Vagnati gli era antipatico

Quando Vagnati prende la parola, dopo l’introduzione di Urbano Cairo, inizia subito dai ringraziamenti “alla Spal, per quello che abbiamo vissuto insieme e per come mi sono venuti incontro quando ho fatto capire la mia voglia di cambiare”, ha spiegato il neodirigente granata. Che poi ha aggiunto: “Sono lusingato dalle parole di Cairo: per me rivestire questo ruolo è un onore e una responsabilità”, ha detto Vagnati. “Se si lavora tutti insieme si potranno avere degli ottimi risultati. In questi giorni ho lavorato molto per farmi conoscere e per conoscere le risorse di questa società, dal segretario ai collaboratori, al settore giovanile, è stato fatto un grande lavoro nel vivaio, io credo molto nella programmazione e anche nelle persone che lavorano dentro il Torino. Questa settimana è stata una settimana di conoscenza”. Poi sulla ripresa: “Siamo pronti a ripartire se davvero si ripartisse”.

Idee e programmi, voglia di far partire un progetto. Questo emerge dalle parole di Vagnati: “Ho voglia di costruire qualcosa cercando di trarre il meglio da tutte le risorse che fanno parte del Torino”, ha detto forse per chiarire che non intende portare grandissime rivoluzioni.

Vagnati su Longo: “Vicino al mister”

“Ho parlato con i ragazzi e ho cercato di responsabilizzarli pensando prima di tutto all’eventuale ripresa del campionato. Serve mettersi il casco in testa e pensare alla salvezza che non è scontata, perché per fare dei punti serve lavoro, non basta vestire una maglia importante”. Poi Vagnati ha anche parlato di Moreno Longo. “Voglio stare vicino al mister, sto leggendo tanti nomi, tante situazioni, che non fanno bene al Torino: permettetemi di dirlo, al momento noi pensiamo di avere il migliore allenatore possibile, abbiamo grandissima fiducia in lui e nei ragazzi”.

Sulla conferma di Longo: “Io dico sempre che di indispensabile nel calcio c’è il proprietario che mette i soldi per fare lavorare. Gli altri sono tutti in discussione e devono guadagnarsi la fiducia della società. Serve valutare le persone e i professionisti col tempo, alla fine i risultati fanno la differenza, Non solo quelli numerici ma anche quelli relativi al patrimonio”.

Sulla classifica non mostra preoccupazione. “Il Torino ha una squadra forte e quanto fatto l’anno scorso è sotto gli occhi di tutti, non è un caso. Sono gli altri che devono preoccuparsi quando giocano contro il Torino”, ha spiegato Vagnati.

Vagnati sul mercato e le richieste di Cairo

Su quanto il calciomercato possa essere più complicato vista l’attuale crisi economica. “Oggi siamo in difficoltà tutti. Serve creatività e la capacità di prendere giocatori sconosciuti attraverso lo scouting. Vedremo quali saranno le risorse a disposizione ma essere una squadra gloriosa in una bellissima città può essere un vantaggio. Quando si attraversa un momento di crisi economica, è normale che ci siano punti interrogativi su quello che sarà il budget a disposizione, ed è normale che gli scambi di calciatori possano essere utili ma se si riesce a trovare una quadra dal punto di vista tecnico”.

Sulle richieste di Cairo: “Col presidente abbiamo parlato subito di cose concrete perché la programmazione nel calcio è fondamentale ma ora dobbiamo fare i punti. Esorto anche voi giornalisti a non pensare a discorsi di calciomercato ma pensare al presente. Bisogna stare vicini ai giocatori, cercare di far tirare loro fuori tutto ma togliere anche gli alibi”.

Un cenno anche allo scouting, definito “un settore importantissimo per tutti. A me piace vedere partite all’estero, in genere mi muovo soprattutto io perché se devo sbagliare mi piace sbagliare con i miei occhi. Il mio lavoro è a 360 gradi. Io non faccio nomi. Io non dormo molto, anche di notte sono a disposizione e in qualsiasi momento“.

Su Belotti: “Belotti mi ha fatto vedere la sua professionalità e il suo attaccamento al Toro e alla sua professione. E’ in grande situazione psicofisica. A me piace vedere tutti gli allenamenti: lui si allena molto bene ed è già in ottimo condizioni”, ha detto Vagnati.

“Io credo che l’aspetto più importante oggi sia quello psicologico. Sono i giocatori di un anno fa, si voleva migliorare e quindi è quello l’aspetto su cui lavorare un po’ di più. Ho visto dei ragazzi responsabili e vogliosi”.

Davide Vagnati
Davide Vagnati during a Torino FC individual training sessions.

16 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
granataenientepiu
granataenientepiu
6 mesi fa

Considerando il na.no pagliaccio cuntabal alla presidenza carissimo Vagnati non sarai altro che L ennesimo personaggio passato nella gloriosa squadra della cairese fc in questi 15 anni e nei prossimi di nulla assoluto. Il circo cairesco continua…..

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
6 mesi fa

le parole sembrano di persona pperbene. ma come sempre saranno i risultati a contare. un primo risultato, tangibile, sarebbe rivedere una squadra tosta in campo. segno che il timone èè stato ripreso in mano. da Longo. Da vagnati. Da Longo+Vagnati. frega poco l’anno scorso eravamo poco spettacolari ma maledettamente arcigni.… Leggi il resto »

radice10
radice10
6 mesi fa

Sig. Pedric, il diritto di critica è legittimo purché basato sul riscontro di fatti , di risultati, i quali ci permettono di esprimere liberamente il proprio pensiero, al limite anche la critica preventiva, purché la si accompagni con la solita “frasetta “che molti in questo “Sito” usano spesso e volentieri… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
6 mesi fa
Reply to  radice10

direi nulla da aggiungere.
e nel caso specifico dello zerotreino in questione (pedric) nulla di nuovo.

Pedric
Pedric
6 mesi fa
Reply to  radice10

Radice ascolti …. Ma davvero lei pensa che io non sapessi che Cairo è a capo di tutto? Che sia l’azionista pressoché unico della holding di famiglia che controlla il Gruppo? Che avessi bisogno di lei per accertarmi che il sole sorge a est ogni mattina. No radice non mi… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
6 mesi fa
Reply to  Pedric

attenzione ai cerottini, messi per altro storti, che spesso rischiano di fare più danni che altro, signor Pedric.

(idiozia, ignoranza sono termini forti, assoluti, è male usarli cosi spesso signor pedric. andrebbero centellinati; usati con mota parsimonia. si rischia la figuraccia)

radice10
radice10
6 mesi fa
Reply to  Pedric

Sig. Pedric se c’è una cosa che abborro è che non mi piace essere preso per il cu..bo . Andiamo per ordine: Primo post scritto da Lei, “UT Comm controlla To F.C. e Cairo Comm. Dire che nulla hanno a che fare è pura idiozia”. Secondo post sempre scritto da… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
6 mesi fa
Reply to  radice10

Radice ci fai o ci sei?

radice10
radice10
6 mesi fa
Reply to  Pedric

Non c’è che dire, apprezzo il suo tono confidenziale, ma non avevamo detto che non ci saremmo più risentiti ?

Mondo
Mondo
6 mesi fa
Reply to  Pedric

Pedric ma non ti sei accorto che stai dialogando con Giulio Gallera?

radice10
radice10
6 mesi fa
Reply to  Mondo

E lei da dove esce fuori? ecco le truppe cammellate venire in soccorso , sa quanti Gallera come Lei ci sono in questo sito? e per cortesia non cerchi di imitare Travaglio, di originale ce ne è uno solo che peraltro a me non piace

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
6 mesi fa
Reply to  radice10

in effetti radice mondo era da un po’ che non si vedeva. dato il triste periodo ero persino preoccupato per la sua salute. ora so che sta bene. ne sono lieto

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President & premiata colluseria cairota out)
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President & premiata colluseria cairota out)
6 mesi fa
Reply to  Pedric

Ciao Pietro, bella domanda.
Alla quale manca un’altrettanto bella risposta.
Boh… aspettiamo gli eventi.