Il centrocampista del Torino può salutare la piazza dopo cinque anni e mezzo: Longo lo aspetta, già in serata attese novità

Avrebbe voluto chiudere la carriera a Torino, ma forse non sarà così. Per quanto non si allontanerebbe molto da quella che ormai considera essere la sua seconda casa. Giuseppe Vives continua a essere un importante obiettivo di mercato per la Pro Vercelli. Forse, il più importante di tutti. Moreno Longo infatti vorrebbe poter contare sull’esperto centrocampista, che a Torino percepisce circa 500mila euro netti a stagione e che è però finito ai margini della rosa allenata da Sinisa Mihajlovic. Una prospettiva che, almeno in parte, era stata palesata al giocatore, tra i più rappresentativi uomini spogliatoio a disposizione dell’allenatore serbo, che continua però ad aspettare altri rinforzi per la linea mediana.

Vives, d’altra parte, si sarebbe anche reso disponibile a restare fino a fine stagione, appendere gli scarpini al chiodo e, magari, avere un futuro da dirigente una volta terminata la sua avventura nel calcio giocato. Ma così rischia di non essere. Dopo aver infatti venduto Mustacchio al Perugia, infatti, la Pro Vercelli ha trovato la liquidità necessaria per fare in modo di corrispondere quanto richiesto da Vives per un trasferimento in Serie B. Alcuni dettagli vanno però ancora discussi: non con il Torino, che si è detto disponibile a lasciar partire il giocatore con qualche mese d’anticipo (il suo contratto scadrà nel 2017), quanto con l’ex Lecce, al quale potrebbe essere prospettato un accordo fino al 2018. Proprio sull’eventuale prolungamento c’è ancora da discutere, e già oggi si potranno attendere novità in merito, dopo un contatto che si terrà tra le parti.

L’addio di Vives non è ancora una certezza, ma una possibilità che sta diventando poco per volta più concreta. La Pro Vercelli prepara il colpo, sperando in un sì definitivo che ancora deve arrivare. Il Toro, invece, si accinge a salutare un giocatore protagonista del periodo venturiano, ultimo baluardo di quella squadra che cinque anni e mezzo fa conquistò una liberatoria promozione in Serie A.


28 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
markxxtoro
markxxtoro
5 anni fa

Sulla carta doveva essere un panchinaro visto i centrocampisti che abbiamo comprato………… ma dopo un girone di andata, in pratica, dovrebbe essere titolare…….. gli attuali titolari non hanno dimostrato di essere migliori di lui………. io un’altra occasione gliela darei prima di venderlo.

ug69
ug69
5 anni fa

Fare partire Peppino è un’altra portata di…….ditemelo voi…

madde71
madde71
5 anni fa

10gena,i fari in affitto..

Il tabellone del calciomercato del Torino: Castro più Donsah per la mediana

Calciomercato: Trabzonspor su Martinez, offerti 1.5 milioni al Torino