Torino: Zaccagno e Buongiorno sono rimasti, cessione rimandata a gennaio

di Andrea Flora - 3 Settembre 2019

Calciomercato Torino / Zaccagno e Buongiorno non hanno trovato una nuova squadra e almeno fino a gennaio rimarranno granata

Il calciomercato estivo si è ufficialmente concluso alle 22 di lunedì 2 settembre e per quel che riguarda il Torino, sul fronte cessioni, in extremis si è registrata la partenza di Samuel Gustafson (venduto a titolo definitivo alla Cremonese). In questi mesi il direttore sportivo Massimo Bava ha portato a termine diverse operazioni in uscita, in particolare per quel che riguarda gli ex Primavera, ma alcuni sono invece rimasti: Andrea Zaccagno e Alessandro Buongiorno su tutti. Non avendo trovato una nuova sistemazione, i due continueranno ad allenarsi al Filadelfia fino a gennaio, quando le porte del calciomercato si riapriranno e potranno trovare una nuova sistemazione.

Zaccagno, con l’arrivo di Ujkani poco spazio in prima squadra

Dopo il trasferimento saltato in direzione Pistoiese, Zaccagno ora sarà il quarto portiere del Torino. Il portiere sta ora recuperando da un lieve infortunio alla spalla, dopo aver superato altri piccoli problemi fisici che lo avevano limitato anche durante il ritiro estivo a Bormio. A gennaio, quando si riaprirà il mercato, Bava potrà cercare una sistemazione adeguata al portiere che ha portato alla vittoria dello Scudetto nel 2015 la formazione granata della Primavera. Lo stesso discorso vale per Buongiorno.

Buongiorno resta nel Torino di Mazzarri fino a gennaio

Per il difensore, così come per Zaccagno, le uniche alternative al momento dopo la chiusura del mercato sono campionati esteri, che però sono più difficili da seguire e dove non è detto che i giovani granata giochino con la continuità che Bava, Mazzarri e Cairo sperano. Anche Buongiorno non è al meglio fisicamente e sta ora lavorando al Filadelfia per superare i problemi fisici avuti in estate. Sono rimasti al Torino anche una serie di ex Primavera classe 2000, come Rauti, De Angelis, Singo e Adopo (ma anche Millico): a differenza di Zaccagno e Buongiorno, loro potranno però giocare con continuità con la Primavera, oltre sperare di avere qualche occasioni di mettersi in mostra in serie A.

più nuovi più vecchi
Notificami
Ultrà
Utente
Ultrà

gli infortuni recenti hanno penalizzato Zaccagno e Buongiorno…indecente la gestione Millico…

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

c’era anchje zacacgno oltre a rosati; ujkani cosi necessario?

Ultrà
Utente
Ultrà

logiche di gruppo…conosce Sirigu e Belotti quando era al Palermo…Ansaldi, Izzo, Laxalt, Rincon quando era al Genoa da Luglio 2015 fino a Gennaio 2016…comunque una carriera trascorsa da svincolato o da prestato a titolo gratuito…mi auguro non metta mai piede in campo…