Le dichiarazioni di Antonino Asta a Torino Channel sulla stagione della sua Under 18 e i playoff, che cominciano dalla sfida contro la Spal

L’Under 18 granata guidata da Antonino Asta ha raggiunto i playoff scudetto. Con la Spal nel mirino, il tecnico commenta così la sfida e la stagione dei suoi: “Io e lo staff siamo veramente contenti perchè in tanti sono migliorati. Ora non so quale possa essere il loro percorso ma abbiamo visto una crescita notevole. In fin dei conti è ciò a cui dobbiamo mjirare noi allenatori del settore giovanile. Quando si vedono risultati a livello di crescita anche a discapito di quelli sportivi, bisogna essere contenti. Noi siamo riusciti ad abbinare tutte e due le cose.

Il tecnico granata: “Aspettative? La crescita dei ragazzi. Hanno fatto qualcosa di straordinario”

Sulle aspettative: “Aspettative? Io non mi accontento mai. La prima cosa era di far crescere i ragazzi. Lo ribadirò sempre. Questo mestiere prevede questo, indipendentemente dal risultato. All’inizio non era così. avevamo avuto qualche difficoltà. Poi i miei giocatori ci hanno messo tutto l’impegno possibile. Non dimentichiamo che fanno dei sacrifici, vanno a scuola, mangiano un panino veloce e corrono ad allenamento. Non è semplice. Noi adulti dovremmo claarci nella loro dimensione. Non so quali fossere le aspettative. Settimana per settimana prevedevano un loro miglioramento. Quando ci siamo trovati in questa situazione qui e ci andiamo a giocare questa partita che deve essere una festa, dove ci giocheremo le nostre carte, dimostra che questi ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario già arrivando lì“.

Sul lavoro svolto: “Allenare i ragazzi è diverso dal lavoro di prima squadra. Lì conta il risultato che, non è che non deve esserci nel Settore giovanile, ma qui la nostra attenzione è curare singolarmente, fare tutti quei lavori tecnici dove si pensa davvero al ragazzo prima del risultato, cosa a cui prestiamo molta attenzione io e i miei colleghi del Torino. È diversa la gestione. Si parla di ragazzi di diciassette-diciotto anni. Interloquire con loro comporta avvicinarsi, e non è semplice. L’ho sempre detto. È più difficile fare questo tipo di lavoro con i ragazzi rispetto a quelli della priam squadra“.

Asta: “Contro la Spal metteremo a disposizione le nsotre armi”

Sulla stagione: “Il girone di ritorno è stata una cavalcata incredibile. Abbiamo ottenuto dei risultati inaspettati. Siamo andati a vincere a Roma, a Firenze, un qualcosa che forse all’inizio neanche noi ci aspettavamo, però ci siamo trovati là. E quando si fanno trenta partite e si fanno tutti quei punti, vuol dire che è stato fatto qualcosa di importante, i numeri sono questi. Ora affrontiamo la Spal, una squadra che è la più forte in fase offensiva. Ha fatto più gol in tutto il campionato e quindi sappiamo che quella è uno dei loro punti di forza. Noi abbiamo solo un risultato perchè siamo arrivati dietro di loro e a volte per la mia squadra meglio così. Non devono pensare a nulla. Dobbiamo entrare per provare a vincere questa partita. Metteremo a disposizione le nostre armi. La stiamo preparando con serenità perchè quando si è tranquilli, certe cose vengono fatte meglio e riescono“.

Sul Settore giovanile del Torino: “L’esperienza come responsabile della metodologia che ha raduanto gli allenatori del Settore giovanile granata è stata bellissima. Il feedback dei colleghi è stato positivo. Non c’era un docente e gli altri erano alunni. Andavamo a incontrarci per analizzare i miglioramenti del singolo, le esercitazioni, con delle linee guida che abbiamo cercato di portare avanti. È stato tutto molto positivo. Queste sono le nostre soddisfazioni come Settore giovanile, come allenatori e come società con l’obiettivo di portare in futuro questi ragazzi in Prima squadra e di conseguenza in Nazionale. Sotto si cerca di lavorare in una certa maniera. conosco tutti i ragazzi delle giovanili, dagli allenatori agli staff e sono fantastici, preparati. Quando poi appartieni a questa amglia, devi avere qualcosa in più dentro. Non è retorica ma è la verità e quindi bisogna andare oltre. Qualche volta lo abbiamo fatto e i risultati si sono visti“.

Antonino Asta
Antonino Asta
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-05-2022


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa

Antonino uno di noi, spero di vederti presto in Primavera

maximedv
maximedv
1 mese fa

Speriamo di vincerlo sto derby!

ardi06
ardi06
1 mese fa
Reply to  maximedv

😅😄😄

Coppitelli-Ludergnani, incontro in programma: si decide il futuro della Primavera

Torino, sei giocatori delle giovanili convocati in Nazionale: c’è anche Garbett