Il rapporto con Coppitelli, i consigli di Molinaro: ecco chi è Antonio D’Alena

1
D'Alena
CAMPO, Torino, stadio FIladelfia, 16.9.17, campionato Primavera, TORINO-ATALANTA, nella foto: Antonio D'Alena

Chi è Antonio D’Alena, il capitano del Torino Primavera: dal legame con Coppiteli, alla fascia di capitano. Il centrocampista classe ’98 ha già dimostrato di essere un uomo da finali

Antonio D’Alena è uno dei giocatori più rappresentativi del Torino Primavera. Capire dunque chi sia il capitano della squadra allenata da Federico Coppitelli è decisamente importante, perché oltre a essere una pedina fondamentale per il centrocampo granata, D’Alena si sta rilevando un importantissimo uomo spogliatoio. D’altra parte, con i suoi 20 anni (è nato il 24 febbraio 1998 a Mottola, in Puglia), anche anagraficamente ha raggiunto quella maturità che gli ha permesso di crescere molto nella stagione 2017/2018, fino a diventare un faro del Torino Primavera vincitore della Coppa Italia.

D’Alena, contratto e stipendio del giocatore del Torino

Il 30 giugno 2018 Antonio D’Alena ha firmato un contratto con il Torino fino al 2020, con opzione di rinnovo per un ulteriore anno. Si tratta del suo primo ingaggio come professionista: il centrocampista percepirà uno stipendio di circa 100 mila euro (il minimo per un giocatore professionista).

Torino Primavera, chi è Antonio D’Alena: dal rapporto con Coppitelli all’abitudine a giocare le finali

Non è mai stato un uomo di molte parole, D’Alena. O meglio, ha sempre parlato di tutto, ma con molto criterio e raziocinio. Forse anche per questo è diventato il classico metodista di centrocampo: un metronomo che con intelligenza gioca i palloni dove e quando servono. Il giocatore del Torino Primavera è poi legatissimo a Coppitelli. Pugliese di nascita, laziale d’adozione, D’Alena si è trasferito in verdissima età ai Giovanissimi Nazionali delle Roma, nelle giovanili delle quali ebbe delle importanti soddisfazioni. Ha infatti disputato due finali Scudetto in tre anni, vincendone proprio una con gli Allievi Nazionali allenati dall’attuale allenatore della Primavera del Torino, Coppitelli, il quale decise di portarlo a Frosinone nella stagione 2015/2016. Con il trasferimento in granata dell’allenatore, arrivò immediatamente la richiesta per D’Alena, che il centrocampista accettò al volo: la sua prima stagione nel Torino Primavera, anno 2016/2017, è stata ai numeri molto positiva, con una decina di gol all’attivo. La stagione 2017/2018, invece, è stata quella della definitiva consacrazione.

D’Alena, dal Torino Primavera alla prima squadra: i consigli di Molinaro e la voglia di restare un altro anno nelle giovanili per crescere

Già al termine della stagione 2016/2017, D’Alena avrebbe potuto accettare un trasferimento altrove, lontano da Torino. Ma il consiglio di Coppitelli fu quello di restare un altro anno nella Primavera, per continuare a crescere. Consiglio recepito e, evidentemente, ben sfruttato: nel corso del campionato Primavera 2017/2018, il centrocampista del Torino ha infatti imparato molto, soprattutto in fase di non possesso. Merito anche del lavoro compiuto con la prima squadra, in compagnia di giocatori più esperti. Tra questi, c’è stato in particolare Christian Molinaro, che ha aiutato molto il giocatore nell’inserimento in un gruppo di professionisti importanti e affermati. Chi lo conosce bene, sa che per abnegazione e professionalità, nonostante la giovanissima età, D’Alena si è sempre contraddistinto. Una dote importante per un giocatore che ambisce a diventare molto importante, in futuro.

più nuovi più vecchi
Notificami
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Chi lo avrebbe mai detto…Cristian Molinaro che aiuta un nostro giovane a crescere…bravo Cristian.