L’allenatore della Primavera del Torino, Federico Coppitelli, ha commentato la vittoria della sua squadra per 2-1 sull’Inter

È soddisfatto a fine partita Federico Coppitelli dopo la vittoria del suo Torino contro l’Inter, una vittoria importante che ha permesso alla squadra di salire al sesto posto in classifica (con una partita ancora da recuperare), l’ultimo disponibile per centrare la qualificazione ai playoff e poter continuare a sognare lo scudetto. “Ci sono stati dei momenti in cui potevamo fare il 2-0, poi sull’1-1 siamo andati un po’ in difficoltà, poi la partita è girata a nostro favore. Ai ragazzi non posso dire nulla, tutti noi avevamo speso tanto perché una finale spalmata in due settimane si porta dietro un carico di tensione incredibile, ci siamo poi ritrovati dopo due giorni liberi e i ragazzi sono stati bravissimi”.

Federico Coppitelli, l’allenatore parla della formazione scelta per Torino-Inter

Coppitelli ha poi parlato delle scelte di formazione fatte per questa partite e del motivo che l’ha indotto a cambiare modulo nel secondo tempo. “Ho cambiato sei giocatori rispetto a venerdì, i sei nuovi hanno dimostrato di esserci, questa squadra ha dimostrato, al di là dei valori, di avere una grande personalità. Nel secondo tempo ho cambiato modulo perché quando l’Inter ha iniziato a mettere palle alte in area abbiamo un po’ sofferto, ci manca qualche centimetro in difesa. Ma al di là degli schemi sono poi i ragazzi che determinano una partita”.


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thesteart
thesteart
4 anni fa

Grazie Mister, solo Tu riesci a farci vivere quest’anno forti emozioni. Facci sognare fino in fondo.

Sergio (Plasticone69)
Sergio (Plasticone69)
4 anni fa

Grande mister, quando tutto il resto viene meno esce fuori la personalità, la tua in primis.
Prova a dirlo alle fighette ballerine della prima squadra.

Celeghin: “Dopo la Coppa Italia bisognava dare un segnale in campionato”

Nicola lo ha fatto esordire in A, a San Siro il gol con la Primavera del Toro: ecco chi è Giuseppe Borello