Le dichiarazioni del tecnico della Primavera granata Federico Coppitelli dopo Torino-Bologna, match terminato 4-1

Il Torino Primavera cala il poker contro il Bologna, grazie alle reti di Cancello, Vianni, Karamoko, e Horvath, riaccendendo le speranze per la salvezza diretta. Il tecnico granata Federico Coppitelli commenta così il match dei suoi: “Abbiamo fatto altre buone prestazioni, ma abbiamo commesso degli errori. Con la Fiorentina facciamo un errore, subiamo gol. Oggi non lo prendiamo, nonostante ci fossimo abbassati. Abbiamo trovato una serenità nel difendere bassi e ora dobbiamo sfruttarla. Stiamo crescendo nel mettere gli avversari di fronte a delle scelte. A volte era difficile spiegare che contro Roma e Atalanta si erano fatte delle ottime prestazioni, abbiamo raccolto molto meno di quanto abbiamo seminato. Ma il convincimento dei ragazzi, oggi, deriva dalle buone prestazioni accumulate”.

“Ora mi preoccupa il recupero dei giocatori”

“Oggi sono molto contento. Classifica? Io non l’ho mai guardata. Nel momento in cui sono arrivato i ragazzi si chiedevano cosa volessi da loro, ma nel frattempo c’erano le partite. Ho cambiato qualche ruolo, sono passato a quattro. La Lazio, a un certo punto, poteva andare a più sei, ora è a meno cinque. E’ tantissima roba. Certo, ora il calendario è balordo: incontreremo tre delle prime cinque, adesso. Ora non mi sembra troppo regolare doversi giocare adesso tre partite in sette giorni. L’unica cosa che mi preoccupa è il recupero: noi ci giochiamo molto sull’intensità”.

“A volte questi ragazzi hanno dei momenti di calo. Noi abbiamo dei giocatori forti, hanno un’identità. Quando si confronta questa squadra con le altre che ho avuto si ricorda sempre come hanno finito le altre. Cancello non è Lewandowski, vero, ma non è neanche l’ultimo degli attaccanti. Anche Vianni, oggi ha fatto l’esterno sinistro benissimo. Se avessi potuto fare questi esperimenti al Mamma Cairo, per dire, sarebbe stato certamente meglio. Dimarco? Quando sono arrivato ho chiesto ai ragazzi chi di loro recuperasse i palloni. Prima Savini e ora Dimarco si sono presi questo compito. Quest’ultimo è un ragazzo intelligente, ha capito l’organizzazione e si è calato nella parte: non ho mai avuto il minimo dubbio sul metterlo o meno. Se riesci a mettere in testa ai ragazzi delle cose, che sappiano prendere delle scelte, allora possono crescere. Oggi è difficile dire se uno ha fatto meglio o peggio, io ero fiducioso”.

Coppitelli: “Vittoria dedicata al presidente della Nuova Tor Tre Teste, mancato questa settimana”

Coppitelli commenta il ritorno del pubblico a Volpiano: “Il calcio è fatto di questo, sicuramente ci ha aiutato”. Infine, un ricordo del mister: “Questa settimana è venuto a mancare Antonio Di Bisceglia, il presidente della Nuova Tor Tre Teste. Per me è stato importante, ha creduto in me come allenatore e mi ha spinto a fare questo come mestiere. Volevo dedicargli questa vittoria”.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-06-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
AstroMaSSi
AstroMaSSi
15 giorni fa

Servisse un altra prova della scarsa qualità del Retro-Cesso…. è bastato riportare un buon allenatore e far fuori i bidoni ex-Spal per avere una squadra almeno decente. Magari si retrocede lo stesso ma con dignità

Primavera, le pagelle di Torino-Bologna: Savini alla Kantè, per Vianni un gol e molto altro

Primavera, contro l’Empoli a caccia di altri punti per la lotta salvezza