Le parole del tecnico della Primavera del Toro, Federico Coppitelli, dopo la vittoria sul Napoli che regala matematicamente ai granata i playoff

Non può che essere un Federico Coppitelli soddisfatto quello che interviene in conferenza dopo la vittoria della sua Primavera sul Napoli. Il Toro ha dominato la partita e con un netto 4-0 ha portato a casa 3 punti decisivi aggiudicandosi matematicamente i play off. Ma prima di parlare del traguardo raggiunto, Coppitelli commenta l’episodio del cambio di Kone nel primo tempo: “Non è una questione di concentrazione. Noi avevamo già i playoff grazie alla sconfitta del Chievo quindi saremmo stati comunque dentro ma quello che avevo chiesto ai ragazzi era una prestazione che rispecchiasse l’aspetto mentale che abbiamo avuto durante il nostro percorso. A volte non ci siamo sforzati di risolvere le prestazioni a modo nostro, di squadra, spesso le abbiamo risolte individualmente. Può essere tratto di crescita questo ma non dobbiamo dimenticare da dove veniamo, chi siamo. Non abbiamo dei giocatori, e nessuno li ha, che garantiscono prestazioni alte anche senza giocare come gruppo. Kone? Lui ha accettato il cambio, non c’è stato nessun problema. Capita di non essere in giornata a volte. Non mi piace cambiare nel primo tempo ma a volta serve. Non volevo che passasse che si poteva fare bene anche senza dare il 100%”.

Coppitelli: “Grande risultato, lo affronteremo con serenità e ambizione”

Credo che due mesi fa se ci qualcuno ci avesse detto che saremmo arrivati ai play off da quinti in classifica e con due giornate di anticipo gli avrei dato del matto. Ora ci godiamo questo obiettivo, dovremo interpretarli con la nostra mentalità e con tranquillità. Sappiamo di essere la mina vagante e proveremo a giocarcela con tutti. Siamo contenti, ci andiamo con serenità e con la giusta ambizione. Sappiamo che affronteremo la Roma o la Fiorentina, due squadre difficili, proveremo a mettercela tutta”.

Coppitelli: “Contento dei complimenti di Mazzarri. Con lui un buon rapporto”

Coppitelli commenta poi l’intenzione di Mazzarri di instaurare un rapporto stretto con la Primavera il prossimi anno: “Mazzarri umanamente devo ringraziarlo perchè mi ha dato la possibilità di avere da subito buon rapporto con lui e un confronto continuo. Fa piacere che apprezzi il nostro lavoro, è chiaro che bisognerà capire cosa sarà il prossimo anno con la Primavera e le seconde squadre. Dovremo trovare gli equilibri giusti perchè per fare bene serve organizzazione, servono tante cose e bisognerà trovare il giusto equilibrio anche con la prima squadra”.

Coppitelli: “Seconda squadra? Ne parleremo a fine stagione”

E sulle’eventualità di fare l’allenatore della Squadra B del Torino: “Credo che sia un esperimento che all’estero ha funzionato quello delle seconde squadre. Bisognerà vedere se in funzionerà anche in Italia ma per capire se questa riforma sarà positiva servirà almeno un anno. Io l’ho accolta bene questa riforma. Non saranno mai le riforme a modificare il destino dei ragazzi ma noi addetti ai lavori a cambiare le cose. Dobbiamo capire sempre se aiutiamo o freniamo i ragazzi. Tutti i ragazzi che ho allenato e che sono arrivati a livelli importanti hanno accorciato le tappe: questo è importante per la loro crescita. Bisognerà capire cosa porterà e cosa no questo cambiamento: a chiunque farà la seconda squadra serviranno giocatori italiani o che comunque hanno fatto 7 anni in italia. Sarà difficile avere 16 giocatori italiani o sparsi per l’italia che vengono a fare la squadra B quindi attingeranno dalla Primavera. Io allenatore? Valuteremo il da farsi alla fine della stagione. Sicuramente sarà una riflessione che faro con la società alla fine di tutto“.


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thesteart
thesteart
3 anni fa

allenatore serio, vincente, preparato ma anche giustamente ambizioso: cosa gli potrà garantire questa attuale dirigenza ?

Pedric
Pedric
3 anni fa

Lavoro di qualità superiore ad ogni aspettativa. Ho visto la prima con l’Atalanta, ho visto quella di oggi, ho visto Panaioli, Capone e altri in altre partite. Mister sei proprio bravo!

Massimo 1963 (lamaratona2.0)
Massimo 1963 (lamaratona2.0)
3 anni fa
Reply to  Pedric

Si Coppitelli e Bava sono le punte di diamante della Primavera.

rotor
rotor
3 anni fa

Giovane, ma grandissimo allenatore,non lasciamocelo sfuggire,deve essere lui in futuro il dopo Mazzarri.

Primavera, il Torino vince, la Fiorentina no: può ancora arrivare il quarto posto

Butic si porta il pallone a casa, Coppitelli esulta: i playoff figli di un percorso partito da lontano