Dopo la vittoria con il Milan, i granata sono pronti ad affrontare la prima trasferta stagionale contro il Pescara di Irvese

Un bisogno incessante di quel tiranno chiamato tempo per la Primavera granata, rimessa a nuovo nella sessione estiva di mercato. Contro il Milan però, Coppitelli è riuscito ad ottimizzare le risorse e quanto fatto fino a quel momento. Una delle squadre a detta sua più ostiche si è infatti trasformata nel primo degli sconfitti sulla lista dei granata. Dai nuovi arrivati ai subentrati, tutti sono stati in grado di eseguire alla perfezione gli ordini del tecnico, portando a casa un 1-0 importante. Ora ad attenderli c’è il Pescara, ultimo in classifica ma primo del tour de force che attende il Torino Primavera prima della pausa.

Pescara, un inizio di stagione complicato

Una favola diventata realtà quella realizzata dal Pescara Primavera di Irvese. Il club abruzzese ha infatti ottenuto la promozione nella massima categoria del campionato Under-19. L’inizio di stagione non è però stato dei migliori per il club biancazzurro. Il pesante 6-0 rimediato contro il Genoa ha costituito una prima battuta d’arresto. Contro l’Empoli, la squadra si sono visti passi in avanti, ancora insufficienti però ad andare a segno. I delfini sono infatti ancora a secco sul fronte offensivo, nonostante gli sprazzi visti nell’ultimo match. Il Pescara ha infatti contenuto i danni, reagendo con troppa irruenza a tratti alle iniziative degli avversari. Contro il Toro proverà quindi a fare ciò che non gli è riuscito fino ad ora.

Toro, Coppitelli riparte dalla vittoria con il Milan

Per dimostrare di esserci, la squadra di Coppitelli doveva battere un colpo e lo ha fatto alla perfezione. La sconfitta rimediata alla prima giornata contro la Roma, faceva presagire un inizio complicato, reso invece più positivo del previsto dal lavoro svolto dall’organico. Applicazione e dedizione gli imperativi messi in campo dalla squadra, ora al decimo posto. La soluzione vincente l’hanno fornita Savini e Di Marco, due dei pezzi pregiati già visti in campo nella scorsa stagione. Anche qualcuno dei nuovi arrivati ha cominciato a dire la sua: hanno spiccato Garbett, Della Valle e Milan. L’attacco invece, nonostante le diverse occasioni, è stato poco concreto e va quindi ancora calibrato. L’amalgama sta piano piano prendendo forma e presto potrà diventare una vera e propria macchina da guerra.

Federico Coppitelli
Federico Coppitelli, allenatore Primavera Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 17-09-2021


Savini: “Sogno l’esordio in Prima squadra, un orgoglio essere il capitano”

Primavera Pescara-Torino 3-4: il tabellino