La riforma del campionato Primavera dà una mano al Toro: il quartultimo posto, oggi occupato dal Bologna, significherebbe salvezza

Col Genoa il punto conquistato in rimonta ha permesso al Toro Primavera di guadagnare rispetto alla Lazio, ora alle spalle dei granata dopo mesi di rincorsa. Per la prima volta, da quando le due squadre hanno lo stesso numero di partite, quella di Coppitelli è davanti. Domani, alle 15 in trasferta sul campo della Fiorentina (calcio d’inizio alle 15), il Torino dovrà innanzitutto non perdere il vantaggio conquistato e provare a rosicchiare qualche punto al Bologna, alla vigilia di questa giornata di campionato al quartultimo posto. Ad oggi i felsinei sarebbero salvi, visto che con la nuova formula in Primavera 2 retrocederà direttamente solo l’ultima in classifica e penultima e terzultima giocheranno uno spareggio.

Primavera, con la Fiorentina all’andata la mega rissa

Questo significa che nelle prossime cinque partite il Toro Primavera non dovrà limitarsi a lasciarsi alle spalle solo due squadre ma dovrà tentare l’aggancio a quella posizione che varrebbe la salvezza, considerato che contro il Bologna i granata devino ancora giocare. Per arrivare a quel match nel migliore dei modi, prima i granata dovranno chiudere qualche conto in sospeso con la Fiorentina: all’andata la partita non è passata inosservata, visto che la rissa con i viola aveva portato alla lunga squalifica di Karamoko e fatto precipitare anche la situazione in casa Torino, quella che avrebbe poi portato all’esonero di Cottafava.

Jean Freddi Greco
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-05-2021


Primavera, Lazio sconfitta dalla Spal: il Toro è ora davanti ai biancocelesti

Primavera, Fiorentina-Torino 2-2: il tabellino