Milan-Torino: Orsato all’altezza della situazione

di Carlo Quaranta - 10 Dicembre 2018

Il punto sull’arbitro che ha diretto il match di San Siro, tra Milan e Torino, terminato con il risultato di 0-0

Nonostante il Torino non sia stato particolarmente fortunato nei precedenti, l’arbitro di Schio già al momento della designazione ha rappresentato una garanzia di affidabilità che tale si è poi dimostrata nel corso del match. Partita piuttosto spigolosa al Meazza e subito gran daffare per Orsato che al 7’ esibisce senza esitazioni il primo cartellino giallo ai danni di Abate che abbatte Belotti in fuga sulla fascia. Al 15’ anche NKoulou finisce giustamente sul taccuino del direttore di gara per un vigoroso intervento da dietro su Higuain a centrocampo. La gara è combattuta ed è spesso interrotta da Orsato il quale, pur essendo tendenzialmente un arbitro che lascia giocare, capisce che per tenerla in pugno va gestita con severità: ne usa fin troppa, tuttavia, al 36’ quando ammonisce Izzo per una presunta trattenuta su Cutrone. Il difensore tutt’al più sembra poggiare la mano sulla spalla dell’attaccante che si lascia cadere piuttosto facilmente, l’ammonizione sembra esagerata. Meritato invece il cartellino giallo per Zapata che al 38’ stende con un’entrata pericolosa Belotti in contropiede.

Milan-Torino 0-0: Orsato al Var nel primo tempo

Al 45’ un’azione pericolosa del Milan, forse viziata in partenza da un fallo su Izzo, si conclude con un tiro di Higuain dalla distanza: il pallone termina fuori ma entra in azione il VAR che richiama Orsato per un presunto tocco di braccio di NKoulou (che si trova sulla traiettoria del tiro) in area. L’arbitro, dopo aver preso visione personalmente al monitor, non ravvisa alcun tocco di braccio (in effetti il camerunense sfiora col fianco) e fa riprendere il gioco con una rimessa dal fondo (il VAR non può intervenire per l’assegnazione di un calcio d’angolo).

Nella ripresa Orsato lascia giocare un po’ di più, concede gli “spalla a spalla” ed usa un metro un po’ più permissivo. Solo un’ammonizione nei secondi 45’ a carico di Baselli per un fallo tattico ai danni di Bakayoko sulla trequarti rossonera.

Milan-Torino: Mazzarri allontanato

All’85’ qualche dubbio sul calcio di punizione da posizione interessante concesso a Castillejo fermato da Rincon mentre all’89’ non viene ravvisato un fallo di Rodriguez che strattona Zaza (intervento simile a quello che era costato il provvedimento disciplinare a Izzo nel primo tempo): nella circostanza Orsato allontana dalla panchina Mazzarri per proteste.

Promosso dunque l’arbitro e buona la prova anche degli assistenti. Per il fischietto internazionale di Schio il bilancio con i granata è aggiornato a 3 vittorie, 7 pareggi e 9 sconfitte.

più nuovi più vecchi
Notificami
AstroMaSSi
Utente
AstroMaSSi

Non è stato dannoso, corretta anche la gestione dei cartellini (anzi, l’ammonizione di Zapata per me non c’era)

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

Altri, al suo posto, avrebbero fatto molti più danni anche se si pensa alle ammonizioni. Sufficiente.

Robin
Utente
Robin

Ieri sera non benissimo ma benino, comunque un po’ confusionario sempre preferito ai vari Rocchi, Valeri ecc.
Sinceramente mi è sempre sembrato che con noi si è comportato bene da iniziare in quel derby quando butto fuori Lichsteiner, poi l’ingenuità di Benassi aimè rese tutto vano.

X