Torino-Empoli, tutto liscio con Maresca

di Carlo Quaranta - 27 Dicembre 2018

Torna il punto sull’arbitro dopo Torino-Empoli: nessun problema per Maresca che gestisce con tranquillità la sfida del Grande Torino

Partita piuttosto agevole per Fabio Maresca che ha amministrato senza difficoltà la sfida natalizia tra il Torino e l’Empoli. Molto dialogo, pochi grattacapi, nessun vero e proprio caso nelle rispettive aree di rigore, clima piuttosto tranquillo tra i ventidue in campo reso tale anche dall’atteggiamento dell’arbitro della sezione AIA di Napoli alla prima direzione in questa stagione con le due squadre. Al 18’ giusta la segnalazione di fuorigioco per Caputo lanciato da Antonelli così come la prima ammonizione della partita a carico di Rincon che spende un fallo tattico per fermare Krunic. Corretta anche la segnalazione di offside per Belotti che tenta l’intervento in spaccata su bella intuizione di Baselli. Al 42’ lo stesso capitano granata è lesto a sbucare alle spalle di Veseli il quale, sorpreso, è costretto ad intervenire in ritardo commettendo così un fallo da ammonizione puntualmente sanzionata dal direttore di gara. Nessun dubbio sulla regolarità del gol di N’Koulou che al 44’ salta di testa in anticipo su Maietta.

Torino-Empoli, la moviola: dubbio il fuorigioco di Falque

Al 55’ Silvestre interviene in modo scorretto mettendo una mano sul volto a Zaza e fermandolo al limite dell’area empolese: l’arbitro ammonisce il difensore non reputando comunque l’azione come chiara occasione da rete (c’era un altro difensore nei pressi). Al 58’ è molto dubbia invece la segnalazione di offside di Falque ben servito in profondità da Belotti: lo spagnolo è praticamente in linea con l’ultimo difendente avversario e in questo caso l’assistente è precipitoso nell’alzare la bandierina ed anche Maresca nel dubbio avrebbe potuto far terminare l’azione ed eventualmente verificare attraverso la VAR. Al 70’ giusta ammonizione per Di Lorenzo che interviene fallosamente da dietro su Ola Aina.

Torino-Empoli, pochi problemi per Maresca: non c’è rigore su Berenguer

All’81’ il neo entrato Berenguer termina a terra in area toscana dopo un lieve contatto con un difensore, Maresca lascia giustamente proseguire ma attende anche il silent check (che in questo caso appare persino esagerato considerando le esperienze precedenti). All’88’ espulso Krunic (attraverso il VAR) il quale dopo un fallo su N’Koulou protesta per la decisione arbitrale. Partita dunque scivolata via senza problemi, a parte la sbavatura in collaborazione con gli assistenti al 58’, per l’arbitro partenopeo che anche nei cinque precedenti si era ben comportato. Il bilancio è ora aggiornato a tre vittorie, un pareggio ed una sconfitta.

 

più nuovi più vecchi
Notificami
poggiardo granata69
Utente
poggiardo granata69

x una volta tanto non si parla di arbitri…

gix
Utente
gix

verissimo ha rischiato di annullarci un gol come già successo a Bologna e Udine,per il resto equo nei giudizi,buon arbitraggio