Torino-Inter, il punto sull’arbitro: un po’ di confusione per Maresca

2
Referee Fabio Maresca speaks during the Serie A football match between Torino FC and FC Internazionale.

Il punto sull’arbitro Maresca, che ieri ha diretto Torino-Inter, vinta dai granata per 1-0 grazie alla rete di Armando Izzo

Dopo appena un mese dall’ultimo precedente, Fabio Maresca è tornato a dirigere una partita del Torino che non vinceva proprio dallo scorso 26 dicembre (3-0 contro l’Empoli). Non è stato un match semplice da gestire per l’arbitro partenopeo che ha preso anche qualche cantonata pur non commettendo errori decisivi e dirigendo in maniera piuttosto “elastica”: all’8’ Lukic entra duro su Skriniar, poteva starci il cartellino giallo. All’11’ un intervento in scivolata di De Vrji su Zaza al limite dell’area interista non viene rilevato sebbene il difensore nerazzurro sfiori dapprima il pallone ma alzando subito dopo il piede in modo evidente ed agganciando così quello dell’attaccante. Al 14’ viene invece sanzionato un fallo di Belotti su un difensore, molto discutibile (e non sarà l’unico caso).  Al 24’ anche Brozovic rischia commettendo due falli ravvicinati su Ansaldi e Izzo.

Al 31’ Maresca fa terminare correttamente un’azione dei granata (concesso il vantaggio) e poi ammonisce De Vrji autore di un intervento col gomito largo per fermare Belotti in ripartenza (per la verità inizialmente esibisce il cartellino all’incolpevole Skriniar, poi si corregge punendo l’olandese). Al 40’ cartellino giallo esagerato per Belotti che a parere dell’arbitro simula su un intervento di De Vrji al limite dell’area nerazzurra: il contatto c’è. Al 47’ parapiglia in prossimità delle panchine dopo che Maresca fischia un calcio di punizione a favore di Ansaldi per un intervento scorretto da parte di Dalbert (che viene ammonito): rischia ancora Brozovic che si avvicina minaccioso all’argentino ma viene allontanato prontamente dal suo allenatore Spalletti. Al 55’ ammonito per fallo tattico D’Ambrosio che ferma Ola Aina in fuga. Al 64’ Nainggolan commette fallo su Belotti e, dopo il fischio dell’arbitro, allontana il pallone con un gesto di frustrazione ma se la cava senza sanzioni.

Molto attivi gli assistenti nel segnalare infrazioni al direttore di gara: al 65’ ad esempio Schenone richiama l’attenzione dell’arbitro per una spinta dubbia di Zaza ma nel corso della gara vi sono stati diversi casi analoghi. Al 68’ Dalbert interviene su Belotti al limite dell’area nerazzurra: anche in questo caso non viene concessa la punizione ai granata e resta un episodio dubbio come quello dell’11’. Al 76’ giusta ammonizione per Aina per un’entrata in scivolata non cattiva ma imprudente su D’Ambrosio ed all’84’ stessa sorte per Zaza per un intervento da dietro piuttosto deciso su un giocatore nerazzurro. All’86’ infine rosso diretto a carico di Politano che si lascia cadere piuttosto facilmente dopo un lieve contatto spalla a spalla con Aina e poi va a protestare con l’arbitro apostrofandolo con aggettivi offensivi. Partita molto fisica quella del “Grande Torino” che non ha mancato di proporre episodi particolari (fortunatamente non nelle aree di rigore) e che Maresca, a tratti confuso, non sempre è riuscito a tenere in pugno. I tifosi granata si consolano però con la seconda vittoria consecutiva e con il bilancio complessivo sempre più positivo (4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta) con l’arbitro della sezione AIA di Napoli.

più nuovi più vecchi
Notificami
poggiardo granata69
Utente
poggiardo granata69

ha sbagliato qualche decisione,ma in generale non ha sfigurato.sicuramente meglio di tanti altri

Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

Dai che è andata bene così.
Magari trovassimo tutti arbitri “ confusi” come Maresca.
Magari !!