Serie A, la riapertura degli stadi è il prossimo passo

Serie A, il prossimo passo? La riapertura degli stadi a luglio: le ipotesi

di Veronica Guariso - 1 Giugno 2020

Dopo la ripresa, il prossimo passo verso la normalità potrebbe essere la riapertura parziale degli stadi. La Lega calcio sta lavorando per renderlo possibile

Se la ripresa della Serie A è ormai una certezza, non si può dire lo stesso per quanto riguarda la riapertura degli stadi. Il Covid-19 ha infatti costretto a giocare già alcune delle ultime partite prima del lockdown a porte chiuse, facendo vivere negli stadi un’atmosfera surreale. I passi in avanti dell’ultimo periodo hanno però riportato il tema in auge, facendolo passare di bocca in bocca. La prossima assemblea di Lega potrebbe quindi averlo nella scaletta dei temi da affrontare, con diversi esponenti dei club di Serie A che spingono per trovare soluzioni a riguardo. L’idea comune prevede infatti una riapertura parziale degli stadi, in modo da permettere ai tifosi di tornare a sostenere i propri beniamini dal vivo.

Carnevali: “I tifosi sono la parte più importante per una società di calcio”

Attualmente sembra un progetto di difficile attuazione, con il protocollo che impone accessi limitati e vincolati agli stabilimenti, anche per quanto riguarda gli addetti ai lavori. Se il governo dovesse però concedere di assistere ad altri tipi di spettacoli che prevedono un elevato numero di spettatori, potrebbe aprire il discorso anche sul fronte sportivo.

Il primo ad aver riportato alla luce un argomento che attualmente resta utopico, ma che potrebbe invece costituire il prossimo passo verso la normalità, è Carnevali, a. d. del Sassuolo, che a Radio Rai ha affermato: “I tifosi sono la parte più importante per una società di calcio. Giocare senza ci dispiace ma in questo momento siamo costretti. É un problema che dobbiamo affrontare velocemente, ragionare su una parziale riapertura degli stadi rispettando le regole del distanziamento. Dobbiamo pensarci, non possiamo sempre arrivare in ritardo: serve programmazione, managerialità e buon senso, ma non la paura.”.

Agnelli: “Mi aspetto che a luglio il governo ci dia una prima apertura parziale”

Non è però l’unico ad aver fatto appello al governo su una potenziale riapertura parziale degli stadi. Anche Andrea Agnelli, presidente della Juventus, ne ha parlato, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport: “Perché non cominciamo a ragionare, se le condizioni lo permetteranno, a consentire nel rispetto della sicurezza una piccola presenza di tifosi allo stadio? Mi aspetto che a luglio il governo ci dia una prima apertura parziale.”, queste el sue parole. La Lega Serie A si sarebbe già messa al lavoro per studiare un piano a riguardo e che potrebbe partire da metà luglio o da settembre, con una riduzione drastica degli ingressi.

prato stadio Olimpico Grande Torino
prato stadio Olimpico Grande Torino