Spadafora: "Tutti auspichiamo la ripresa del campionato". Ma col nuovo protocollo sarà difficile - Toro.it

Spadafora: “Tutti auspichiamo la ripresa del campionato”. Ma col nuovo protocollo sarà difficile

di Andrea Piva - 13 Maggio 2020

Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, è tornato a parlare della ripresa del campionato: “La FIGC ora riadatterà il proprio protocollo”

“Resta la necessità di ridefinire l’apertura del campionato: se riprenderà, come tutti auspichiamo, lo farà perché saremo arrivati alla decisione dopo una successione ordinata di attività e decisioni che consentirà di riprendere il campionato in totale sicurezza per tutti”. Parole queste che sono state pronunciate questa mattina da Vincenzo Spadafora. Il Ministro dello Sport ha fatto il punto sulla ripresa delle varie attività sportivo e del campionato di calcio.

Spadafora: “La Figc riadatterà il protocollo di ripresa”

“Io sono pienamente consapevole dell’importanza non solo sociale del calcio, sarebbe paradossale non riconoscere l’importanza di questo mondo che dati alla mano è un’industria importante del paese e che dà al fisco oltre 1 miliardo l’anno” ha spiegato. Spadafora ha poi aggiunto: “Ho trovato inammissibile l’inasprimento del dibattito di fronte a milioni di italiani ancora alle prese con la propria salute. Le osservazioni del Cts per la ripresa degli allenamenti sono numerose, ne cito alcune: la prima chiede che in caso emerga un positivo, tutta la squadra sia messa in quarantena. L’altro è quello di affidare responsabilità notevoli ai medici per il rispetto del protocollo. Quindi si richiede che sia posta attenzione sul fatto che l’enorme mole di tamponi e test non impatti sui cittadini. Le osservazioni saranno prese in considerazione dalla FIGC che riadatterà il protocollo per far riprendere gli allenamenti il 18 maggio”.

Ma, nonostante il Ministro abbia dichiarato di augurarsi che il campionato riprenda, proprio quelle modifiche al protocollo sanitario potrebbero rivelarsi gli ostacoli principali perché ciò avvenga. “In molti mi chiedono: “Perché se una cassiera risulta positiva non chiude il supermercato, a differenza del calcio? La risposta è banale: nel supermercato è possibile mantenere le distanze e usare gli strumenti di protezione, il calcio è uno sport di contatto. Da qui le decisioni – ha continuato Spadafora – Quello che vorremmo fare è evitare, per non danneggiare ulteriormente il mondo del calcio, nuove chiusure. Siamo comunque consapevoli che la voglia di finire il campionato sia legata a ragioni sportive ma anche economiche”.

Serie A: la ripresa del campionato sembra improbabile

Ma secondo il nuovo protocollo, anche se un membro dello staff tecnico o sanitario dovesse essere trovato positivo al Coronavirus (e quindi non per forza un calciatore) tutta la squadra dovrebbe restare in quarantena per due settimane, rendendo di fatto impossibile la ripresa del campionato. Ma non solo: con queste modifiche al protocollo rischia di complicarsi anche l’inizio della prossima stagione a settembre, considerato che il Covid-19 potrebbe essere ancora in circolazione. E, statisticamente, sembra difficile che nel mondo del calcio italiano nel prossimo futuro non ci sia nessun altro contagiato, considerato le migliaia di persone che lavorano nelle venti società di serie A. In Germania, Inghilterra e anche in Spagna i protocolli per la ripresa del campionato sono al momento differenti e prevedono la messa in quarantena del solo contagiato (come era stato proposto anche dalla Figc) e non di tutta la squadra.

Vincenzo Spadafora
Vincenzo Spadafora
0 0 vote
Article Rating

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
FRANCESCO ACCURSO
FRANCESCO ACCURSO
1 mese fa

30000 morti

madde71
madde71
1 mese fa

siamo il paese dell’arte,della storia,della cultura e del cibo,ma la vera forza di questa nazione è il cerchiobottismo,non ci batte,e non ci battera’ mai nessuno,una era eccellenza

Dirk Diggler
Dirk Diggler
1 mese fa
Reply to  madde71

Siamo una nazione di burattini manovrati dalla testa ai piedi; l’Italia è all’ultimo giro di boa e chi non l’ha capito farebbe bene a svegliarsi.
“THIS IS THE END” cantava Jim Morrison

madde71
madde71
1 mese fa
Reply to  Dirk Diggler

…beautiful friend,the end