Piccolo tifoso della Fiorentina al coetaneo granata in lacrime: “Ti regalo la figurina di Belotti”

10
CAMPO, 18.3.18, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-FIORENTINA, nella foto: uno striscione per Davide AStori

Martino, un giovane tifoso della Fiorentina, ha scritto una lettera al bambino del Toro in lacrime – inquadrato in tv –  dopo la sconfitta in Coppa Italia con la Viola

Il calcio si sa, spesso è reso lo sport più bello del mondo da gesti semplici, ma che scaldano il cuore. Sì, perché oltre alla violenza che purtroppo traspare spesso, connessa a quello che alla fine è un gioco, c’è anche la trasparenza dei bambini, che fa emergere la parte bella di questo sport. E’ il caso di Martino, un piccolo tifoso della Fiorentina dell’età di 6 anni, che ha scritto di suo pugno una lettera al coetaneo, tifoso del Torino, inquadrato durante il match valevole per gli ottavi di Coppa Italia tra i granata e la Viola, in lacrime per il risultato che ha visto la Fiorentina passare il turno per 2-0. “Mi dispiace che la tua squadra abbia perso e mi è dispiaciuto vederti piangere. Anche se sono di Firenze, sono stato a Torino ed è una gran bella città. Ti vorrei dire che si vince e si perde e vorrei regalarti una figurina di Belotti. Ciao, Martino”, queste le parole di Martino, che fanno vedere quanto il suo cuore sia grande.

Martino, un cuore grande che migliora il calcio di oggi

Martino, il bambino di Firenze, ha consegnato questa mattina la lettera per il tifoso del Torino alla mamma, prima di andare a scuola e chiedendole espressamente di farla arrivare al destinatario. Lei, non sapendo come trovarlo, l’ha inviata a diversi siti e giornali, per far giungere la notizia al bambino del Toro.”Domenica, dopo la partita, non mi aveva detto niente, ma questa mattina si è svegliato e mi ha detto che voleva raccontare una cosa brutta che era successa, e mi ha spiegato di quel piccolo tifoso”, afferma Silvia, la mamma, a Repubblica, orgogliosa del figlio dal cuore generoso, che vuole trovare il tifoso granata.

Martino ha infatti parlato con lei dicendole: “Quel bambino non deve piangere, perché succede di vincere e di perdere, e poi il Toro è più forte, ma questa volta è andata così”. Parole che fanno riflettere, in un mondo dove il calcio è infangato e rovinato, ma dove c’è ancora chi riesce a dare speranza con gesti come questo.

più nuovi più vecchi
Notificami
fila_e_fondi
Utente
fila_e_fondi

se penso che nell’album Panini a fianco a Belotti c’è la figurina di Zaza… mi scende una lacrima anche a me.

corrado
Utente
corrado

Caro Martino, ci regaleresti anche un centrocampista, che se no domenica dobbiamo mettere Ansaldi a fare la mezzala? Grazie!

Charlie66
Utente
Charlie66

e se ci manda indietro benassi???

mcmurphy
Utente
mcmurphy

Che storia da libro Cuore,mi riporta indietro nel tempo quando all’asilo dopo una lite per una biglia,mentre piangevo,una bimbetta mi ha consolato,peccato non c’era internet e nessun altro mi ha cagato…..