Stadio Filadelfia: l’anteprima dell’inaugurazione, la fotogallery

di Ivana Crocifisso - 24 Maggio 2017

L’inagurazione del Filadelfia / La presentazione ai media della nuova casa del Toro, terminati tutti i lavori

È finalmente arrivato il giorno del Filadelfia. Il Tempio del Torino torna finalmente a vivere, il cuore pulsante del Toro che fu torna a battere dopo anni di vergognosa assenza, di battaglie cominciate ma mai terminate. Questa volta è diverso, questa volta il Fila torna finalmente ai meritati onori della cronaca. Oggi, il Toro si riappropria di una fetta della sua storia. Tra le più importanti di tutte.

Inaugurazione Filadelfia: la diretta live dell’evento

È tutto pronto per la cerimonia di inaugurazione del Filadelfia, l’ambiente Toro è caldissimo e freme dalla voglia di conoscere quella che, da oggi, torna a essere la casa del Torino. La zona è stata per l’occasione ampiamente “granatizzata”. Tutto il Borgo Filadelfia, infatti, vede drappi, bandiere, striscioni granata: una grande e colorata festa per celebrare la rinascita del Tempio del Toro, dove giocò il grande Torino e dove, dal prossimo anno, disputerà il campionato la Primavera, oltre alla regolare attività di tutti gli allenamenti della prima squadra. Il Filadelfia, culla delle giovani leve del Torino in passato, potrà quindi tornare ad assumere un ruolo importantissimo per la crescita del club. I tifosi, questo, lo sanno bene, e non a caso hanno voluto manifestare con grande orgoglio questa rinascita.

Nell’impianto del Filadelfia è da pochi minuti entrato il responsabile del Settore Giovanile Massimo Bava: è lui il primo dirigente a calcare il campo del Fila, rinato.
Uno dopo l’altro arrivano tutti gli ospiti della giornata: dopo Bava, infatti, anche Dossena ha raggiunto il campo.

Il primo ad intervenire e commentare il rinato Stadio Filadelfia è il Presidente della Fondazione, Cesare Salvadori, felice ed emozionato di poter finalmente rivedere la Casa del Toro.
E a visitare il nuovo impiano, non poteva mancare chi, lo storico Fila, l’ha vissuto da protagonista. Sono infatti arrivati anche Mondonico, che ha voluto scendere immediatamente in campo, e la signora Loik, visibilmente emozionati. Emozioni che Mondonico non vuole nascondere: “Questo stadio può darci 10 punti in più. Io non ho sentito gli odori che c’erano prima ma il Filadelfia è rinato

Arrivano in questo momento anche Don Robella e la signora Grava, sorella di uno degli Invincibili del Grande Torino. Sul terreno del Filadelfia arriva anche Paolo Pulici che non ha nessun dubbio sul fatto che il Fila: “Deve essere come una volta: aperto”.
Presenti al Fila anche Maspero, Zaccarelli, Jimmy Fontana, Moreno Longo, Ezio Rossi, Cravero e Jimmy Ghione. Insieme a loro anche Asta, Susanna Egri, Muzzi e Pecci, Giacomo Ferri e Osio.

Arrivato in questo momento anche il Presidente del Toro, Urbano Cairo. Inizia in questo momento la cerimonia dell’inaugurazione dei pennoni dedicati al Grande Torino. Dopo la cerimonia dei pennoni, il Presidente Cairo e la sorella di Don Aldo Rabino hanno scoperto la targa dedicata al cappellano granata.

La gente, intanto, si sta spostando in tribuna dove potrà ammirare i filmati che verranno proiettati tra pochi istanti e attendere l’arrivo del Toro. Inizia in questo istante, infatti, la cerimonia con la posa di un mazzo di rose sul terreno del Fila esattamente come successe dopo la tragedia di Superga. Un altro richiamo alla Storia del Toro e quella del Filadelfia, indissolubilmente legati. Intanto, sul maxi-schermo vengono proiettati i migliori gol realizzati dal Toro. Sfilano in questo momento Albrigi, Asta, Bargellino, Benedetti, Beruatto, Bonesso, Carbone, Carelli, Cereser, Colombo, Comotto, Copparoni, Corradini, Cravero, Crippa, Dossena, Ermini e tantissimi altri protagonisti della storia del Toro.

Vengono ora chiamati, tra gli applausi del pubblico, i protagonisti dello scudetto del ’76. Un’ovazione per il Toro Campione d’Italia e soprattutto per uno dei suoi uomini simbolo: Paolo Pulici.
A parlare, adesso, è Zaccarelli: “Una città come Torino non poteva esistere senza questo campo. Sono gli uomini che faranno funzionare questo campo”. E a lui fa eco anche Sala: “Sul campo ho fatto chilometri intelligenti: bisogna saper correre e soprattutto fare il passaggio giusto. Quando segnavano Pulici e Graziani però andavano ad abbracciare solo loro e io che avevo fatto l’assist ricevevo solo l’ok dell’allenatore”.

Chiamati uno ad uno da Strippoli e Ghione, fanno adesso il loro ingresso in campo i ragazzi del Toro di Mihajlovic. Appalusi soprattutto per Moretti mentre Zappacosta e Carlao non possono essere presenti a causa dell’infortunio. E l’ovazione, come era prevedibile, è tutta per Belotti, uomo simbolo di questa squadra e beniamino dei tifosi. Dopo i giocatori, entrano anche Comi, Petrachi e ovviamente Sinisa Mihajlovic.

Ecco le parole di Petrachi: “Da quando sono arrivato a Torino mi sono sempre chiesto se mai avrei visto questo giorno. Il mio auspicio è che da qui si possa ripartire per un grande futuro“. Gli fa eco Comi: “È una grande emozione per me, che sono cresciuto nel Fila. Il Toro è cresciuto in questo stadio e noi faremo allo stesso modo“.

È Cairo show al Filadelfia: il presidente sta convincendo tutti i giocatori a comprare dei sedili dello stadio, per finanziare la Fondazione. Da Belotti a Benassi, fino a Mihajlovic. Inoltre, una piccola rivelazione di mercato: una conferma, quella di Padelli all’Inter.

In campo adesso entra anche Mauro Berruto che ricorda il Grande Torino: “Non credevamo di amarli tanto si saranno detti i tifosi che hanno invaso palazzo madama il giorno del funerale. Quel “rumore” che è stato il  4 maggio a me lo ha fatto sentire Don Aldo. E noi tutti lo sentiamo che magari quel Toro non l’abbiamo mai visto giocare. Una fiaba quella del Toro che sembrerebbe senza lieto fine, ma che come ogni ogni fiaba nella fine ha il suo inizio. Ora, Campioni, tornate a casa. In un campo che non è uno campo, in uno stadio che non è uno stadio, perchè il toro non si sceglie, ti sceglie. A noi ora è stato fatto questo regalo, a noi il compito di viverlo anche nella memoria perchè senza radici non c’è futuro“.

Dopo Berruto, anche lo scrittore Giuseppe Culicchia interviene ricordando il magazziniere Valentino Vigato, detto “Brunetto”, rimasto al Toro per 42 anni. E proprio Brunetto raggiunge lo scrittore al centro del campo. Tanti gli aneddoti legati al Filadelfia, e ai suoi protagonisti, raccontati da Culicchia.

L’ultimo ad entrare in campo è il giornalista Massimo Gramellini che chiama vicino a sé Pulici e Sala: “Il Fila è il tempio di una fede laica. È la manona di mio padre che qui mi accompagnava. È un alpino con la penna granata che descrive battaglie come partite e partite come battaglia. È il mio primo autografo, sul braccio: Gigi Meroni. Il fila è il mantra della formazione del Grande Torino recitata tutta d’un fiato e finita con amen e Juve merda. Il fila è la sera dello scudetto, di gioia infinita. Questo è il mio fila, ma sono sicuro che assomiglia ai vostri e a quello dei vostri padri. Ecco, papà, siamo tornati a casa”.

Dopo le belle parole di Gramellini, viene adesso proiettato un filmato sullo storico Filadelfia e sul Grande Torino. Al termine del filmato, i protagonisti diventano i ragazzi delle giovanili del Toro che lanciano palloncini granata e bianchi al grido di “Forza Vecchio Cuore Granata”.

Questa splendida e storica giornata sta ormai volgendo al termine, c’è solo più il tempo dei saluti e, ovviamente, per l’Inno del Toro. Adesso è davvero ufficiale: il Toro è tornato a Casa!

WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.06.11
fila
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.02.02
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.06.06
inaguruazione filadelfia torino
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.15.40
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.15.40(1)
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.15.41
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.28.10
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.28.13
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.42.03
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.46.19
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.50.56
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.50.58
WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.53.51
Stadio Filadelfia tifosi
WhatsApp Image 2017-05-24 at 18.16.22
WhatsApp Image 2017-05-24 at 18.16.22
WhatsApp Image 2017-05-24 at 19.06.28
WhatsApp Image 2017-05-24 at 19.24.43
WhatsApp Image 2017-05-24 at 19.30.51
Filadeflia, terreno di gioco
Filadelfia campo 2
Filadelfia esterno
Filadelfia logo
Filadelfia panoramica tribuna
Filadelfia seggiolini
Filadelfia spogliatoi
Filadelfia, il Toro in panchina
Filadelfia, panoramica dalla porta
Filadelfia, spogliatoi, particolare
Filadelfia, spogliatoi2
Filaldefia, esterno con Toro
Pennone Filadelfia
Pulici al Filadelfia

Inaugurazione Filadelfia, il programma del 25 maggio: porte aperte dal mattino, poi musica e luci fino alla sera

Domani mattina, il Filadelfia aprirà i cancelli a tutti i tifosi interessati, che potranno gratuitamente entrare nell’impianto e fare un giro guidato di tutto lo stadio: dal campo, agli spalti, fino agli spogliatoi. La giornata sarà inoltre scandita da due momenti molto importanti: durante il giorno, con la conduzione di Stefano Venneri, si alterneranno delle band granata che intoneranno brani e inni granata, per terminare con un suggestivo spettacolo di luci: otto riflettori proietteranno sulla Città di Torino e sul rinato Filadelfia, giochi di luce bianchi e granata, a rendere onore al Grande Torino, a festeggiare la rinascita del Filadelfia e a ricordare a tutti che Torino è stata e resterà granata.  Il ragguardevole costo dell’iniziativa è stato coperto da alcuni amici del Museo e tifosi granata, in una miscellanea di provenienze trasversali alla società civile, a testimonianza dell’universalità dei valori che erano propri del&edit_element_vcel suo Tempio. Ecco chi interverrà il 25 maggio, con gli orari:

ERAMANNO EANDI 11.30
GIANLUCA DOMINICI 18 – 20
I SENSOUNICO 18
FRANCESCO TRIMANI 11
FABRIZIZIO VOGHERA 16
STATUTO (POMERIGGIO) 17
VALERIO LIBONI (APRE I CONCERTO, 10.30 – 12)
ALBERTO PECORELLI 18.30
RIMOZIONEKOATTA 19
GINO LATINO (15.30 – 16)
MARCO LIGABUE (12 – 14.30)

più nuovi più vecchi
Notificami
carlo (Tifoso del Toro, quello che si chiamava Toro: non l'ex Toro di oggi, inneggiato dalla Redazione di poliestere di Agnelli & Cairo)
Utente
carlo (Tifoso del Toro, quello che si chiamava Toro: non l'ex Toro di oggi, inneggiato dalla Redazione di poliestere di Agnelli & Cairo)

belli quegli interni di legno.

angelo62
Utente
angelo62

mi è piaciuto molto l’intervento di Berruto: sarebbe bello potere avere il testo integrale

Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)©
Utente
Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)©

no, purtroppo dicono tutto cio’ che ha detto Cairo ma berruto no

asterix
Ospite
asterix

Si torna a casa… FVCG

X